Ancora senza esito le ricerche di Alex Bonin. Si proseguirà con la raccolta di nuovi elementi

Dalle 6 di stamattina, una quarantina di uomini hanno "battuto" la zona di Villeneuve, senza trovare traccia del 24enne allontanatosi da casa venerdì. Approfondita anche, sempre senza risultato, una seconda segnalazione proveniente da Roisan.
Cronaca

Secondo giorno di ricerche senza risultati. Alex Bonin, il 24enne allontanatosi da Villeneuve venerdì pomeriggio, non si trova. Gli uomini coinvolti nel piano attivato dalla Protezione civile, in tutto una quarantina tra Vigili del fuoco ed altri, hanno ripreso la loro attività con le prime luci, alle 6 di stamattina. La ricerca si è concentrata nella zona attorno a Villeneuve, interessando soprattutto una serie di luoghi indicati dai parenti del ragazzo, ma non solo. Ponti, tunnel (anche ferroviari) e altre strutture sono stati letteralmente battuti a tappeto, ma nulla ha sbloccato la situazione.

Non è stata tralasciata nemmeno una seconda segnalazione di possibile avvistamento nella zona di Roisan. La prima era giunta ieri e, come in quell’occasione, l’elicottero è decollato per un sorvolo. In più, due squadre, con l’aiuto anche di un cane molecolare, si sono mosse a terra. Chi ha effettuato la segnalazione ha riferito di aver visto una persona, sostanzialmente rispondente all’identikit di Alex, che si comportava come se volesse defilarsi, sfuggire allo sguardo altrui. Tuttavia, proprio come sabato, non vi è stata individuazione del soggetto avvistato e segnalato.

A questo punto cosa accadrà? Verso metà pomeriggio, attorno alle 16, si è riunito il Comitato Coordinamento Ricerche, l’organo che ha competenza sul Piano attivato dalla Protezione civile. La decisione assunta in tale sede è di proseguire “nella raccolta di nuovi e ulteriori elementi che possano permettere agli Enti coinvolti nelle operazioni di ricerca di pianificare azioni mirate nei prossimi giorni”. La perlustrazione “a tappeto” del territorio volta quindi pagina, in favore di futuri interventi di ricerca specifici, legati però all’acquisizione di informazioni utili a concentrare gli sforzi.

Alex Bonin ha lasciato la casa dove vive alle 15 di venerdì scorso, dopo un litigio con la moglie. Si ritiene che si sia mosso a piedi, visto che la sua auto è rimasta nel garage. La ragazza che ha sposato da poco (a maggio) ha denunciato la scomparsa alla Questura dopo aver saputo che, il mattino successivo all’allontanamento, il ragazzo non si è presentato al lavoro, ad Aymavilles, dov’è istruttore di rafting. Il piano regionale per le ricerche di persona scomparsa è quindi scattato poco prima delle 18 di sabato, ma da allora, di Alex, nessun segno.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca