Arrestato uno dei due rapinatori del Credito Cooperativo Valdostano di Pont Suaz

Si tratta di una donna. In manette Patrizia Aprea, 47 anni residente nella provincia di Cremona. Ad arrestarla gli agenti del commissariato di Cremona. Gli investigatori ci sono arrivati grazie alle immagini delle telecamere a circuito chiuso.
La filiale della BCC
Cronaca

Dopo sei mesi di indagini, i carabinieri del nucleo operativo di Aosta sono arrivati a uno dei due rapinatori, che il 15 aprile di quest'anno, avevano svaligiato il Credito Cooperativo Valdostano di Pont Suaz, a Charvensod. Questa mattina, sabato 4 ottobre, sono scattate le manette per Patrizia Aprea, 47 anni residente nella provincia di Cremona. Ad arrestarla gli agenti del commissariato di Cremona, che hanno fermato la donna in auto. Infatti, nei giorni scorsi, i carabinieri non erano riusciti a notificarle l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Aosta, Maurizio D'Ambrusco. Il colpo aveva fruttato un misero bottino, circa 200 euro.

Alla donna, gli investigatori ci sono arrivati grazie alle immagini delle telecamere a circuito chiuso dell'istituto bancario. E i carabinieri del nucleo investigativo di Pavia, avevano riconosciuto Patrizia Aprea. Le foto della donna sono poi state mostre al direttore della banca e agli impiegati, che erano lì al momento della rapina, e l'hanno riconosciuta. La donna non aveva agito da sola, con lei c'era un uomo. Ma lei, armata, era la più determinata. Era stata proprio Patrizia Aprea ad avvicinarsi allo sportello con la pistola in pugno e a chiedere i soldi. I due erano poi fuggiti con circa 200 euro.

Ora, la donna dovrà essere interrogata.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte