Cerca di baciare l’ex inquilina. Condannato a 15 mesi di carcere e 5mila euro di risarcimento

Il tribunale di Aosta ha condannato R. T., di 62 anni, di Pontey, accusato di violenza sessuale. La sospensione della pena è condizionata al risarcimento del danno, alla parte civile, quantificato in cinque mila euro.
Tribunale di Aosta
Cronaca

Il tribunale di Aosta ha condannato a 15 mesi di carcere, R. T., di 62 anni, di Pontey, accusato di violenza sessuale.
L'imputato, difeso dall'avvocato Corrado Bellora, era alla sbarra per aver baciato sulla bocca e palpato il sedere alla sua ex inquilina di casa, una giovane di 19 anni.
La sospensione della pena è condizionata al risarcimento del danno, alla parte civile, quantificato in cinque mila euro. "Ci sono ancora alcune zone d'ombra da chiarire – ha dichiarato Bellora – per cui abbiamo deciso di ricorrere in appello".

I fatti risalgono al 26 gennaio del 2009, quando la parte offesa, assistita dall'avvocato Filippo Vaccino, si era recata a casa dell'imputato, per invitarlo assieme alla moglie alla festa di compleanno del fidanzato. In casa vi era solo l'uomo, in quanto la moglie era fuori. Tra la ragazza e l'imputato vi erano ottimi rapporti, tanto che la giovane si è intrattenuta una mezz'ora a chiacchierare con l'uomo.
Al momento di congedarsi, l'uomo avrebbe palpeggiato la ragazza sul sedere e l'avrebbe baciata sulla bocca. La giovane era poi fuggita a casa e aveva mandato alcuni messaggini telefonici alla madre in cui le raccontava quanto accaduto. La mattina seguente si era poi recata dai carabinieri a sporgere denuncia. L'imputato ha duramente respinto le accuse.

Secondo i giudici, non ci sono dubbi sulla colpevolezza dell'imputato che ha agito in un momento di impeto. Infatti, non si erano mai verificati episodi simili e secondo i togati, la giovane non aveva mai avuto atteggiamenti maliziosi, che potessero lasciare spazio a fraintendimenti. Da qui la condanna.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte