Cinque giovani della Bassa Valle davanti al giudice per detenzione di hashish e metadone

I carabinieri di Châtillon/Saint-Vincent erano arrivati ai cinque indagati, a seguito di un'overdose. Infatti, il 2 gennaio di quest'anno, un giovane di Hône, era stato ricoverato in ospedale per un'oversode.
Cronaca

Cinque giovani della bassa Valle erano indagati per detenzione di hashish e metadone. Ieri, martedì 30 settembre, i cinque ragazzi sono comparsi davanti al giudice per le udienze preliminari Maurizio D’Abrusco.

Marco Garaffi ha patteggiato sei mesi, Barbara Péaquin ha patteggiato anche lei sei mesi, mentre Cristina Ghelma ha patteggiato 10 mesi. Per tutti e tre pena sospesa. Assoluzione, invece, per Omar El Alleni, e richiesta di rinvio a giudizio per Jean-Claude Peterle.

I carabinieri di Châtillon/Saint-Vincent erano arrivati ai cinque indagati, a seguito di un’overdose. Infatti, il 2 gennaio di quest’anno, un giovane di Hône, G.V., era stato ricoverato in ospedale per un’oversode. Dalle dichiarazioni del ragazzo e da altri riscontri investigativi, i carabinieri erano arrivati ai cinque ragazzi, che secondo l’accusa detenevano hashish e metadone.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte