Cronaca

Ultima modifica: 13 Febbraio 2019 11:06

Colpì la cognata con una trave, il giudice condanna 71enne

Aosta - L’episodio risale all’ottobre 2017, a Courmayeur. Divergenti le versioni sull’accaduto. Secondo l’imputato, fu un ferimento accidentale. Per lei, il cognato colpì deliberatamente.

Una lite con la cognata, per questioni di vicinato, è costata ad un settantunenne di Courmayeur una condanna a sette mesi di reclusione per lesioni personali aggravate. La sentenza è stata pronunciata oggi, martedì 12 febbraio, dal giudice monocratico del Tribunale di Aosta Marco Tornatore, al termine dell’udienza in cui sono emersi i fatti, risalenti al 22 ottobre 2017.

Quel giorno, l’imputato – assistito dall’avvocato Carlo Laganà – stava spostando un carico di travi di legno dai dintorni di casa. Improvvisamente, tra lui e la parente, sua vicina, si è acceso il diverbio, degenerato per motivi che ognuno dei coinvolti racconta diversamente. Di certo ci sono le conseguenze riportate dalla donna: un trauma alla spalla sinistra e alla regione dorso lombare, giudicato guaribile in sette giorni.

Secondo la difesa dell’uomo, uno dei blocchi di legname sarebbe caduto dal mezzo su cui erano caricati, durante la discussione, finendo accidentalmente sulla cognata. Per lei, costituitasi parte civile nel procedimento con l’avvocato Valeria Casali, è stato invece l’imputato a colpirla deliberatamente con una trave. L’accusa, in aula, era rappresentata dal pm Cinzia Virota. La pena inflitta al 71enne sarà sospesa se risarcirà il danno cagionato.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>