Costi della politica, slitta a gennaio 2017 la sentenza

Al termine della discussione di oggi il collegio ha annunciato un'altra udienza, da fissare dopo quella del 20 dicembre, in cui era inizialmente prevista la fine del processo.
Cronaca

Bisognerà aspettare ancora qualche settimana per capire l'esito del processo di secondo grado sui costi della politica. Slitta, infatti, probabilmente a gennaio la sentenza del processo d'appello. Al termine della discussione di oggi il collegio ha annunciato un'altra udienza, da fissare dopo quella del 20 dicembre, in cui era inizialmente prevista la fine del processo. Al termine delle arringhe difensive, è possibile infatti che il pm decida di fare delle repliche.

Tra i 27 imputati anche nove attuali consiglieri regionali. In base alla legge Severino sette di loro, imputati per peculato, in caso di condanna rischiano la sospensione dalla carica per 18 mesi. Si tratta di Patrizia Morelli e Albert Chatrian (Alpe); Leonardo La Torre (Uv); l'assessore Raimondo Donzel e Carmela Fontana (Pd); Marco Vierin e André Laniece (Stella Alpina). La norma non tocca invece Chantal Certan (Alpe) e l'assessore alle Finanze Ego Perron (Uv), poiché imputati solo di finanziamento illecito dei partiti.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca