Definì “mamma santissima” Rollandin e Fosson. Chiesti 7 mesi per Lorella Vezza

E’ la richiesta del pubblico ministero nel processo per diffamazione nei confronti dell’esponente dell’Italia dei Valori. La prossima udienza il 24 novembre per le arringhe delle difese e della parte civile.
Lorella Vezza
Cronaca

Per aver definito l'ex assessore regionale alla Sanità (e attuale senatore), Antonio Fosson, e il presidente della Regione Valle d'Aosta, Augusto Rollandin, ''mammasantissima'', il pm, quest'oggi, venerdì 2 ottobre, ha chiesto sette mesi di reclusione per Lorella Vezza, ex coordinatrice regionale di Renouveau Valdotain e ora nelle fila dell'Italia dei Valori. La donna è accusata di diffamazione. Chiesta invece l'assoluzione per Magdelia Coquillard, direttore responsabile della testata che pubblicò il comunicato stampa di Lorella Vezza.

Durante la campagna elettorale per le elezioni comunali di Courmayeur, a fine agosto del 2007, l'imputata scrisse una lettera (pubblicata integralmente sul sito di Top Italia Radio Valle d'Aosta) in cui definì i due politici valdostani dei 'Mammasantissima'. Secondo il pm "i termini usati esprimono la volontà di offendere onore e decoro di Rollandin e Fosson".

Il giudice monocratico Marco Tornatore ha poi rinviato il processo al prossimo 24 novembre per le arringhe delle difese e della parte civile.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte