Deve scontare 3 anni e 6 mesi per ricettazione: arrestato

Si tratta di un 42enne albanese fermato ieri al Bianco. In manette anche un 42enne albanese per inottemperanza ad un Decreto di espulsione dall'Italia.
Carcere Brissogne
Cronaca

Nella notte di ieri la Polizia di Stato ha arrestato due cittadini albanesi di 28 e 42 anni, rispettivamente per inottemperanza ad un Decreto di espulsione dall'Italia e per un ordine di esecuzione di carcerazione, presso il Traforo del Monte Bianco.

I due uomini, in uscita dal territorio nazionale a bordo di due distinti autobus di linea,  sono stati controllati scoprendo in un caso l'esistenza di un provvedimento di espulsione, con divieto di reingresso nell’area Schengen per tre anni,  emesso dal Presidente della Regione Valle d’Aosta nel gennaio del 2015 mentre nell'altro un ordine di carcerazione emesso nel novembre 2016 dal Tribunale di Perugia per l’espiazione di una pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione e 3000 euro di multa per i reati di ricettazione e riciclaggio commessi nel comune umbro. Il  42enne è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di giudizio mentre il 28enne è stato portato al carcere di Brissogne.

Proprio nella mattinata di oggi, venerdì 27 gennaio, al Tribunale di Aosta si è tenuta l’udienza in cui Nesret Maliqi, il 28enne arrestato, ha patteggiato, dinanzi al giudice monocratico Marco Tornatore, 6 mesi di reclusione (con pena sospesa per 5 anni). La sentenza dispone, inoltre, il nulla-osta all’espulsione dallo Stato. L’accusa era rappresentata dal Pubblico ministero Luca Ceccanti, mentre a difendere il giovane era l’avvocato Pierluca Benedetto.

 

Aosta, 27 gennaio 2017

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca