Due arresti per spaccio. Sequestrati 60 grammi di cocaina

In carcere sono finiti Ivan Lillaz, 30 anni di Pontey, e Tonino Cianflone residente in provincia di Torino. Parte della droga sequestrata era già divisa in dosi pronta per essere venduta al dettaglio.
Tonino Cianflone e Ivan Lillaz
Cronaca

Due giovani, un piemontese e un valdostano, sono finiti in carcere con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio. Gli agenti della sezione Narcotici della squadra mobile della Questura di Aosta hanno arrestato ieri pomeriggio, martedì 1° settembre, Tonino Cianflone, di 35 anni, di Mathi (Torino), e Ivan Lillaz, di 30 anni, di Pontey.  Durante l'operazione gli agenti hanno sequestrato circa 60 grammi di cocaina, di cui una decina già divisi in dosi pronti per essere venduta al dettaglio.

La droga era nascosta in parte  in un'auto in riparazione nell'officina meccanica di Lillaz, di cui il giovane è titolare, e in parte in un armadio e nell'abitazione  di Cianflone.
Dalle indagini è emerso che Cianflone, incensurato e di buona famiglia comprava circa 50 grammi di cocaina a 2.500 euro, per poi rivenderla a circa 80 euro al grammo.
Gli arresti sono scattati ieri pomeriggio, quando gli uomini della narcotici hanno visto un via vai di giovani uscire dall’officina meccanica di Lillaz.
Secondo gli agenti della squadra mobile i due arresti sono collegati a quello avvenuto l'8 agosto scorso, quando avevano fermato una giovane marocchina di 21 anni domiciliata a Saint-Vincent. Per Sallah Hin erano, infatti, scattate le manette. Infatti, alcuni nomi di clienti dei due arrestati sarebbero anche stati clienti della giovane.

Ora, gli investigatori stanno indagando per vedere se vi sono collegamenti tra il mondo dello spaccio e il giro di prostituzione di Saint-Vincent. Infatti, non si esclude che alcune ragazze oltre a offrire prestazioni sessuali, vendano anche droga.
I poliziotti hanno anche sentito alcuni clienti dei due ragazzi e segnalato all’autorità prefettizia tre persone come consumatori. Dalle indagini è emerso che i clienti erano tutti adulti tra i 30 e i 40 anni, di ogni ceto sociale.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte