Furto alle postazioni di alcune emittenti tv locali: rubate attrezzature per 400 mila euro

I ladri sono entrati in azione, al col de Courtil, a 1.511 metri di quota, sopra Verrès, tra le 23.15 e le 23.30 di ieri sera, giovedì 2 settembre.
Cronaca

Hanno forzato utilizzando anche la fiamma ossidrica le gabbie contenenti i ripetitori di tv locali, e sono fuggiti con attrezzatura per oltre 400 mila euro. I ladri sono entrati in azione, al col de Courtil, a 1.511 metri di quota, sopra Verrès, tra le 23.15 e le 23.30 di ieri sera, giovedì 2 settembre. Hanno scassinato le porte delle postazioni delle varie emittenti televisive locali e hanno rubato le attrezzature, tra cui trasmettitori, ponti collegamento e ponti di interconnessione. Le trasmissioni di alcuni canali sono quindi interrotte.

‘Solo a noi – spiega Mauro Pagliero, editore di E21, Studio Nord, Rete Saint-Vincent e Aujourd’hui Vallee – sono state asportate attrezzature per un valore tra 350 e 400 mila euro. Adesso ci vorranno dai 3 ai 10 giorni per ripristinare tutto e tornare a trasmettere sul digitale terrestre’.

Nel mirino dei ladri anche i ripetitori di alcune radio locali. I malviventi hanno forzato anche i lucchetti della attrezzature Rai, senza riuscire ad aprire le gabbie. Sul posto si cono anche i ripetitori di Mediaset.
«Non escludiamo che possa essere stato un furto su commissione – spiegano i carabinieri – e che la strumentazione venga poi rivenduta all’estero. I ripetitori Rai e Mediaset non sono stati toccati, anche perché di difficile accesso».
I carabinieri, questa mattina, venerdì 3 settembre, si sono recati sul posto per poter trovare indizi utili alle indagini.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte