Giro di prostituzione a Châtillon: udienza rinviata a dicembre

Slitta al 20 dicembre l’udienza del processo nei confronti di Alberto Zamperlin, di 65 anni e di sua moglie Delcinea Pereira Gomes, di 48 anni, entrambi residenti a Châtillon. Imputata anche Lien Wals Sotolongo, 32 anni, di Brescia.
Tribunale di Aosta
Cronaca

Sono accusati di aver favorito la prostituzione nel loro locale. Questa mattina, il giudice monocratico di Aosta, Marco Tornatore, ha rinviato al 20 dicembre, il processo nei confronti di Alberto Zamperlin, di 65 anni e di sua moglie Delcinea Pereira Gomes, di 48 anni, entrambi residenti a Châtillon. Imputata anche Lien Wals Sotolongo, 32 anni, di Brescia.

Il rinvio si è reso necessario, in quanto i periti hanno depositato le traduzioni delle intercettazioni telefoniche, ma il giudice non è stato in grado di identificare l'interlocutore, per cui, nelle prossima udienza, sarà sentito un operatore di polizia giudiziaria che ha eseguito le intercettazioni.

I fatti risalgono al 2007. Dalle indagini, dei carabinieri di Saint-Vincent, era emerso che i coniugi Zamperlin mettevano a disposizione il loro locale a giovani cubane, che lì procacciavano clienti. In particolare, Lien Wals Sotolongo cercava i clienti da fornire alle ragazze della scuderia. Accuse sempre respinte dagli imputati.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte