Immmigrazione: patteggiano la pena i tre cinesi arrestati nella notte a Saint-Vincent

I tre sono finiti in carcere, in quanto erano già stati espulsi dal territorio nazionale, ma non avevano rispettato il provvedimento. Inoltre sono stati denunciati a piede libero e segnalati per l'espulsione altri dieci immigrati.
Cronaca

Hanno patteggiato la pena e sono già stati rimessi in libertà i tre cittadini cinesi arrestati questa notte dai carabinieri di Châtillon/Saint-Vincent. Si tratta di: Wang Dabao, di 35 anni, che ha patteggiato 6 mesi e di Huo Xiaojlan, di 41 anni e Jian Chin Yen, di 48 anni, che hanno patteggiato 20 giorni. I tre sono finiti in carcere, in quanto erano già stati espulsi dal territorio nazionale, ma non avevano rispettato il provvedimento. Inoltre sono stati denunciati a piede libero e segnalati per l'espulsione altri dieci immigrati: due uomini, uno proveniente dal Marocco e uno dalla Cina, e otto donne, di cui tre cinesi, quattro nigeriane e una liberiana (si tratta di prostitute che esercitavano a Saint-Vincent)

I sette cittadini cinesi sono stati fermati nei bar nei pressi della casa da gioco, e gli investigatori non escludono che volessero entrarvi per giocare.

Intanto, le quattro prostitute sono già state trasferite al centro di permanenza temporanea di Torino per l'espulsione immediata dall'Italia.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca