Cronaca

Ultima modifica: 22 Marzo 2019 20:31

Incendio in una mansarda ad Antey: grave una 21enne

Antey-Saint-André - La giovane era assieme ad altri due ragazzi nell'abitazione in cui sono scoppiate le fiamme, attorno alle 5.20 di oggi. Per sfuggire al rogo, si sono lanciati all'esterno dell'abitazione, da un'altezza considerevole.

Antey incendioAntey incendio

Un incendio è scoppiato, attorno alle 5.20 della mattinata di oggi, sabato 23 febbraio, in una casa lungo la strada regionale n. 46, ad Antey-Saint-André. Le fiamme sono divampate nella mansarda di uno stabile di tre piani, che era occupata da tre giovani turisti, provenienti da Chiavari e Lavagna, nel Levante ligure. Tutti si sono feriti. Due, Mihaela Cheli (21 anni) e il fidanzato Matteo Tugnoli (24 anni) erano in camera da letto e nel tentativo di sfuggire al rogo, si sono calati da una finestra, posta ad un’altezza considerevole.

Serie le conseguenze riportate dalla 21enne, finita a terra da una dozzina di metri, per cui i medici del “Parini” hanno disposto il ricovero in rianimazione, in prognosi riservata. Meglio è andata al ragazzo: la sua caduta è stata attutita da alcuni elementi incontrati sulla traiettoria (in particolare, una parabola satellitare). Il terzo ragazzo Leonardo Bertucci, di 22 anni, ha attraversato il muro di fiamme nella mansarda ed è sceso dalle scale per cui ha riportato un’intossicazione da fumi ed è stato trasferito in un centro del novarese, per il trattamento in camera iperbarica.

Sul posto, oltre alle ambulanze del 118 per i soccorsi, sono intervenuti diversi mezzi dei Vigili del fuoco professionisti, assieme ai volontari di Antey e Valtournenche. L’incendio è stato domato e, conclusa la bonifica, i Vigili del fuoco stanno procedendo allo “smassamento” ed alle prime verifiche tecniche sull’origine del rogo.

L’alloggio, a quanto emerge, presenta un elevato grado di distruzione. Dagli elementi raccolti sinora dagli uomini del comando di Aosta, la canna fumaria sarebbe esclusa quale causa dell’incendio: le fiamme paiono essere nate nella zona soggiorno.

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>