Monte Rosa, due alpinisti polacchi finiscono in un crepaccio: recuperati illesi dai compagni

A dare l'allarme il terzo alpinista della cordata che con l'aiuto di altri scialpinisti presenti sul posto è riuscito ad estrarre i due. Portati dall'elicottero al Rifugio Mantova, i due sono stati visitati dal medico.
L'elicottero del Soccorso Alpino Valdostano
Cronaca

Intervento dell’elisoccorso questa mattina intorno alle 9 sul Monte Rosa, nella zona del Rifugio Gnifetti a 3800 metri per due alpinisti finiti in un crepaccio. A dare l’allarme il terzo alpinista della cordata che con l’aiuto di altri scialpinisti presenti sul posto è riuscito ad estrarre i due. Portati dall’elicottero al Rifugio Mantova, i due sono stati visitati dal medico. Stanno bene e sono praticamente illesi. 

"Erano ben equipaggiati e preparati. Tuttavia – spiega il Direttore del soccorso alpino valdostano, Adriano Favre  – le condizioni sul ghiacciaio sono al limite. E’ nevicato poco ed è molto facile mettere il piede in fallo. Essere in cordata, e quindi legati, è stato provvidenziale per questi alpinisti". 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca