Cronaca

Ultima modifica: 24 Novembre 2010 0:00

Operazione ‘Sentecco’: processo rinviato al 10 dicembre

Challand-Saint-Victor - Nel processo sono imputate nove persone, tra amministratori e imprenditori accusati di turbativa d'asta. La sentenza arriverà nella primavera del 2011.

Il parco giochi di Challand - Saint - Anselme

E’ iniziato questa mattina, mercoledì 24 novembre, il processo per l’operazione ‘Sentecco’ che vede imputati nove persone, tra amministratori e  imprenditori accusati di turbativa d’asta.
Gli imputati sono: Claudio Alliod, di 46 anni, Mario Cantele, di 35 anni, Ivo Giuseppe Chouquer, di 35 anni, Marco Gallina, di 49 anni, imprenditore, Marina Longis, di 50 anni, Roberto Malcuit, di 51 anni, ex sindaco di Challand-Saint-Anselme, Gabriella Minuzzo, di 48 anni, sindaco di Challand-Saint-Victor, Giorgio Munari, di 45  anni, sindaco di Ayas e Stefania Lidia Rollandoz, di 34 anni.

Questa mattina si è svolta un’udienza puramente tecnica, in cui il giudice monocratico Davide Paladino ha ammesso le prove e ha rinviato il processo al 10  dicembre per conferire l’incarico di trascrizione delle intercettazioni telefoniche al perito. Il 25 gennaio, invece, saranno sentiti tutti i testimoni  di accusa e difesa, mentre il 28 marzo gli imputati. Poi, la discussione finale  e la sentenza.

L’inchiesta, svolta dalle fiamme gialle valdostane e coordinata dal pm Luca  Ceccanti, nel novembre del 2008 aveva portato agli domiciliari: Roberto  Malcuit, Claudio Alliod e Marco Gallina, responsabile di zona della ditta Proludic, specializzata nella progettazione di areae verdi.

Durante le indagini, durate diversi mesi, i finanzieri hanno eseguito otto  perquisizioni in Valle e fuori. Secondo l’acccusa, era prassi consolidata  favorire la vincita delle gare d’appalto di determinate imprese, in questo caso  quella di Marco Gallina, il tutto per finalità clientelari o elettoralistiche.
Nel mirino degli inquirenti sono finiti nove appalti, 5 a Challand-Saint-Victor,  3 ad Ayas e 1 a Pollein, per alcuni lavori alla Grand Place. Il tutto per oltre un milione di euro. Si tratta di appalti, risalenti agli ultimi due anni e  mezzo, e tutti per aree verdi, parchi giochi e prestazioni di servizi, come  manutenzione e risistemazione di aree.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>