Ricercato un giovane moldavo ritenuto responsabile di aver accoltellato un connazionale

La squadra mobile, da questa mattina, domenica 6 settembre, sta cercando un moldavo clandestino, di 31 anni, ritenuto il responsabile dell'aggressione ai danni di un suo connazionale: Mihail Naicu, di 45 anni, ora ricoverato in rianimazione.
Il giovane moldavo ricercato
Cronaca

Una discussione probabilmente per motivi di gelosia è degenerata in un tentato omicidio. La squadra mobile, da questa mattina, domenica 6 settembre, sta cercando un moldavo clandestino, di 31 anni, conosciuto come Anatolie, ritenuto il responsabile dell'aggressione ai danni di un suo connazionale. Mihail Naicu, di 45 anni, è ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale regionale Umberto Parini per le ferite riportate. L'uomo è stato accoltellato all'addome dal suo connazionale.

Erano circa le 9.30 del mattino, i due uomini si sono incontrati nei pressi dell'ex maternità, in via Saint-Martin, ad Aosta. Non erano da soli. Infatti, i due si sono trovavano al pullman che, una volta al mese, parte da Aosta, direzione Moldavia, per portare ai familiari degli immigrati residenti in Valle, pacchi vari.

Tra i due uomini è nata un'accesa discussione. Si conoscevano da tempo e secondo le prime indagini, tra i due vi erano vecchie ruggini per questioni di donne. A un certo punto è spuntato un coltello. Naicu è stato colpito più volte all'addome. L'uomo si è accasciato al suolo. Il suo aggressore è fuggito. La polizia durante tutta la giornata ha cercato di rintracciarlo senza riuscirci. E' già stata sentita dagli inquirenti la fidanzata dell'aggressore e l'amico con cui si è recato alla fermata del pullman.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte