Ritrovato il corpo dell’egiziano caduto nelle acque della Dora

Le ricerche dei giorni precedenti erano state rese difficili e a volte sospese a causa della portata dell'acqua del torrente, 800 l/s, che non consentiva neanche lo scandagliamento. E' stato ritrovato nelle acque di un torrente confluente.
Cronaca
Dopo giorni di ricerche che a nulla avevano portato e dopo aver percorso palmo per palmo le acque della Dora Baltea il corpo di Hani Marroque, di 32 anni, egiziano, residente a Saint-Vincent, scomparso dal pomeriggio di mercoledì 17 giugno, dopo essere scivolato nel torrente Chalamy, a Champdepraz, è stato ritrovato martedì sera 7 luglio nelle acque di un torrente confluente. L'uomo era caduto in acqua mentre era in compagnia di un'amica, che aveva subito dato l'allarme.

Le ricerche dei giorni precedenti erano state rese difficili e a volte sospese a causa della portata dell'acqua del torrente, 800 l/s, che non consentiva neanche lo scandagliamento. La minor portata dell'acqua aveva poi consentito la continuazione delle ricerche scandagliando con delle sonde, e con una telecamera subacquea, alcune pozze dove presumibilmente si sarebbe potuto trovare l'uomo. Le ricerche non avevano dato esito positivo.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte