Sventato maxi furto di rame: recuperate due tonnellate di cavi per un valore di 10mila euro

Nelle prime ore del mattino alle pattuglie della Questura erano stati segnalati strani movimenti di persone intente ad utilizzare due furgoni, ritrovati in zona, con fare sospetto. Il materiale era stato rubato in un cantiere della Pila Spa.
I furgoni carichi di rame ritrovati dalla Polizia
Cronaca

Mille cavi di rame per un peso di due tonnellate e un valore di circa 10 mila euro. E’ questo il bottino, frutto di un furto avvenuto in un cantiere della Pila Spa, a Eux Froides, recuperato ieri dalla squadra Volanti della Questura di Aosta. Il materiale era in due furgoni abbondonati sulla strada per Pila e a Pont Suaz. Nelle prime ore del mattino alle pattuglie erano stati segnalati strani movimenti di persone intenti ad utilizzare i due mezzi nella zona.

Organizzati i posti di blocco in modo da chiudere ogni via di transito, le volanti – con il concorso delle pattuglie della Polizia Stradale- hanno cercato di bloccarli, senza però riuscire a rintracciarli: probabilmente messi in allarme, i malviventi hanno abbandonato i furgoni fuggendo per i campi.

Il primo dei due mezzi è stato ritrovato sulla strada per Pila da una pattuglia dei Carabinieri intervenuta in aiuto, mentre l’altro è stato ritrovato a Pont Suaz. I mezzi sono stati sequestrati e sono stati portati in Questura per essere sottoposti all’esame della Polizia Scientifica, per cercare di ritrovare tracce utili agli investigatori. Il rame è stato restituito ai proprietari mentre continuano gli accertamenti per individuare la banda dei ladri.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca