Trovato alla guida di un’Audi A4 rubata a Milano sotto gli occhi del proprietario, arrestato

L'arresto sabato mattina a Morgex. L'uomo nei giorni scorsi è stato scarcerato dopo aver patteggiato un anno e quattro mesi, pena sospesa, e 600 euro di multa.
Cronaca

E’ stato fermato alla guida di un’Audi A4 risultata rubata. Per il reato di ricettazione un cittadino francese – Mohamed Nasredinne Lafini, 30 anni – di origini nordafricana è stato arrestato dai Carabinieri. L’uomo, diretto verso la Francia, è stato fermato sabato mattina a Morgex dai militari della Stazione di Morgex. Il francese ha provato a giustificarsi e ad esibire documenti di circolazione e di guida falsi, ma non è riuscito a convincere la pattuglia che tutto fosse in regola. I successivi accertamenti hanno infatti permesso di appurare con certezza che l’autovettura, di recente immatricolazione ed in ottimo stato, era stata rubata due giorni prima a Milano davanti agli occhi del proprietario che era sceso un attimo dall’auto per parlare con una persona, lasciando le chiavi nel quadro e se l’è vista sottrare dal francese che si è infilato velocissimo in auto per partire subito; motivo per cui rischiava di non ottenere neppure il rimborso da parte dell’assicurazione. 

Il proprietario del veicolo che aveva perso le speranza di ritrovare l’auto ha ringraziato i militari della Stazione di Morgex per il loro operato ed espresso grande soddisfazione per aver ottenuto la restituzione del veicolo, del valore di 20mila euro, che con tutta probabilità sarebbe stato portato in Francia e perso per sempre.

Le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Aosta stanno proseguendo per verificare se il tentativo di portare il veicolo oltre confine sia un episodio isolato o sia un meccanismo collaudato per riciclare all’estero autovetture di provenienza furtiva.

Nel frattempo l’uomo nei giorni scorsi è stato scarcerato dopo aver patteggiato un anno e quattro mesi, pena sospesa, e 600 euro di multa.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca