Cultura e spettacolo di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 26 Ottobre 2019 9:45

A Pila l’8 dicembre Pupo e Lodovica Comello portano il “Disco di Natale”

Aosta - Con loro saliranno sul palco sei cantanti, tutti arrivati alla ribalta con talent show, di cui ancora non è stata svelata l'identità.

Il cantautore Pupo

La stagione invernale di Pila parte con il “Disco di Natale”. L’8 dicembre Pupo e Lodovica Comello, con la partecipazione di sei cantanti italiani, daranno vita ad uno spettacolo musicale a tema natalizio. Il concerto sarà registrato integralmente e andrà in onda sul canale TV8 il pomeriggio del giorno di Natale per una durata di circa novanta minuti.

I sei cantanti  – tutti arrivati alla ribalta con talent show, ma di cui ancora non è stata svelata l’identità –  eseguiranno tre brani ciascuno, comprendenti la propria hit del momento, un altro brano di successo e un brano di Natale.

Il progetto, costato alla Regione 300mila euro, prevede, inoltre, una serie di contributi video con i talent coinvolti girati in luoghi rappresentativi dell’offerta turistica e culturale della regione, che integreranno la messa in onda del giorno di Natale e che potranno essere impiegati ad uso social e promozionale dalla Regione oltre ad una pianificazione, nei primi sei mesi del 2020, di spot video promozionali della Valle d’Aosta della durata di 30 secondi ciascuno.

“Si tratta dell’evento clou che caratterizzerà l’inverno valdostano – afferma l’Assessore Laurent Viérin – e costituisce un’ulteriore azione promozionale che permetterà di veicolare l’immagine della Valle d’Aosta attraverso il concerto di artisti di fama nazionale e internazionale. Il progetto assicura un’ampia promozione televisiva dell’offerta turistica e culturale della Valle d’Aosta, garantita dalla trasmissione dell’evento e delle video interviste, intratterrà i turisti che saranno presenti in Valle d’Aosta nonché permetterà di attrarre ulteriori visitatori dalle regioni di prossimità.”.

“Ami de la Vallée d’Aoste”, Pupo è un assiduo frequentatore della nostra regione. “La Valle d’Aosta, fin dalla fine degli anni 70, è la mia seconda casa” dice Enzo Ghinazzi “E’ lì, fra le cime quasi incontaminate del Cervino e i ghiacciai del Plateau Rosà, che ho imparato ed iniziato a sciare ed è lì che ancora oggi, quando ho bisogno di rilassarmi e di ritrovare me stesso, continuo ad andare. E’ in Valle d’Aosta, per la precisone a Saint-Vincent che, nel corso degli anni, ho vissuto emozioni di ogni genere”.

“Un concerto di Natale all’aperto, a due passi dalle piste da sci. Credo che nessuno l’abbia mai fatto e sono sicura che sarà bellissimo – aggiunge Lodovica Comello – Proveremo a ricreare la stessa esperienza di condivisione e partecipazione dei grandi concerti estivi…anche perché stando vicini ci si scalda di più! E poi non vedo l’ora di salire sul palco con Pupo e con tutti gli artisti che riveleremo a breve”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>