“America” di Stevanon conquista anche Pupi Avati e l’Ischia Film Festival

Il cortometraggio di Alessandro Stevanon vince la dodicesima edizione del premio cinematografico internazionale come miglior cortometraggio. Stevanon "Un premio che ne vale due". FilmCommissionVdA "stiamo esaurendo gli aggettivi per congratularci".
Alessandro Stevanon con Pupi Avati
Cultura

Non c’è più spazio sulla locandina di “America” per segnare tutti i premi che ha ricevuto nel corso di questa estate. Alessandro Stevanon ha conquistato l’Ischia Film Festival vincendo la dodicesima edizione del premio cinematografico internazionale come miglior cortometraggio.
“Per la regia insolita, che descrive con affetto la vita di un uomo che ha scelto una dolce follia per sfuggire al rimpianto di una vita mancata” la giuria ha voluto sul gradino più alto Stevanon. Il palmares di riconoscimenti è ormai troppo lungo dalla sua anteprima a Clermont-Ferrand nel febbraio scorso, il film ha ottenuto in pochi mesi sette riconoscimenti, tra cui il prestigioso Premio Michelangelo Antonioni al Bif&st, ed è stato selezionato e proiettato in oltre 30 festival in Italia, toccando le principali città della penisola (Bari, Bologna, Genova, Milano, Roma), e all’estero (Colombia, Corea del Sud, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Serbia, Spagna e Ungheria).

La manifestazione, presieduta dal regista Pupi Avati, si è tenuta dal 28 giugno al 5 luglio 2014 presso il Castello Aragonese di Ischia. Unico concorso internazionale dedicato alle location cinematografiche che attribuisce un riconoscimento artistico alle opere audiovisive, ai registi, ai direttori della fotografia e agli scenografi che hanno maggiormente valorizzato location italiane ed internazionali sottolineandone i paesaggi e l’identità culturale.

"Sono davvero molto felice del premio che la giuria ha voluto consegnare al film e per l’accoglienza che la storia di Pino sta raccogliendo nei festival" dichiara Stevanon. " Il riconoscimento di Pupi Avati è stato per me come ricevere un ulteriore premio e la spinta per guardare al futuro professionale con gioia e passione."

"Siamo entusiasti dei risultati che Alessandro sta ottenendo con il suo film, ormai stiamo esaurendo gli aggettivi per congratularci con lui ad ogni nuovo premio ottenuto” afferma il direttore di Film Commission Vallée d’Aoste Alessandra Miletto “ogni riconoscimento conferito ad ‘America’ è una conferma delle sue doti di regista e una grandissima soddisfazione per noi per avere creduto nel suo progetto e sostenuto il suo film. L’ennesima riprova della fase di grande crescita creativa e produttiva che sta vivendo l’audiovisivo valdostano, in un’annata tanto penalizzante da un punto di vista economico quanto proficua per quanto riguarda i lusinghieri risultati ottenuti dai nostri filmmaker in festival e rassegne in Italia e all’estero. L’auspicio è di poter tornare a sostenere l’audiovisivo locale nei modi e nelle misure adeguate, così come avviene nelle altre regioni italiane."

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura