Ayas Culture, aspettando i big, parte con Medici di montagna

Mercoledì 30 luglio, dalle ore 21 presso il palazzetto di Champoluc, Guido Giardini, Carlo Vettorato e Marco Cavana oltre che il nuovo assessore regionale alla Sanità, Albert Lanièce, parleranno di mal di montagna, spedizioni in alta quota e congelamenti.
Cultura

Il mal di montagna, le spedizioni in alta quota e i congelamenti. Sono questi gli argomenti al centro dell’incontro di domani sera, mercoledì 30 luglio, presso il palazzetto di Champoluc, con Medici di Montagna. A parlare di queste ed altre questioni, Guido Giardini, Carlo Vettorato e Marco Cavana oltre che il nuovo assessore regionale alla Sanità, Albert Lanièce.

L’appuntamento di domani sera, in collaborazione con Fondazione Montagna sicura, è il primo della rassegna Ayas Culture, organizzata dall’Assessorato comunale con l’Aiat Monterosa. Aspettando i big della rassegna, venerdì 1° agosto sarà la volta di Claudio Garavoglia e del volume “Ayas ieri e oggi-Ayas ier e ouei”, nel quale l'autore ha raccolto le memorie del paese. L’indomani, sabato 2 agosto, Champoluc ospiterà invece la giornalista del Tg1 nonché conduttrice di Uno Mattino, Elisa Anzaldo. La giornalista che conosce bene la Valle dove, come inviata per il "caso cogne", incontrò il suo futuro marito, il gip Gandini, terrà un incontro-dibattito sul tema “Tendenze attuali nell’informazione televisiva in Italia”.

Dopo l'Anzaldo, un altro importante giornalista farà tappa a Champoluc. Sabato 9 agosto ai piedi del Monte rosa presenterà il suo ultimo libro “Il paziente italiano. Da Berlusconi al berlusconismo passando da noi”, Oliviero Beha.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura