Enfanthéâtre torna con tante novità: dallo “Charaban di Petchou” agli spettacoli per le scuole

14 gli spettacoli previsti, a cui si aggiunge FUNThéâtre, spin-off della rassegna, dedicato ai ragazzi e alle ragazze delle scuole medie e superiori della Regione, in primis a quelle di Aosta, che prevede tre date con tre spettacoli di teatro, la mattina, con replica la sera
Cultura

Il Comune di Aosta torna ancora a scommettere sul teatro dei piccoli e lo fa rilanciando la rassegna Enfanthéâtre. L’edizione 2022/2023 sarà infatti ricca di novità. 14 gli appuntamenti previsti nei sabati pomeriggio tra novembre 2022 e gennaio 2023.
A
questi, la prima novità, si aggiunge FUNThéâtre, spin-off della rassegna, dedicato ai ragazzi e alle ragazze delle scuole medie e superiori della Regione, in primis a quelle di Aosta, che prevede tre date con tre spettacoli di teatro, gratuiti per la classe aderente, in programma la mattina.  Gli spettacoli costeranno 5 euro per gli over 29 e 3 per gli under 29. Resta invariato il costo dei biglietti per i 14 spettacoli della rassegna: 5 euro adulti, 3 euro per ragazzi fino ai 14 anni.

Nella rassegna irrompe poi il patois, con “Lo Charaban di Petchou”, rappresentazione teatrale in lingua francoprovenzale di una pièce adattata all’età per contenuti e linguaggio, rappresentata da una Compagnia di teatro popolare valdostano nell’ambito di entrambi i cartelloni teatrali.  Ulteriore novità della prossima stagione è la “refezione artistico/teatrale”, ovvero una performance nel corso del pranzo del giorno antecedente una data inserita in cartellone, a cura di una delle Compagnie teatrali selezionate, presso un refettorio delle scuole cittadine.

Infine il Comune di Aosta ha deciso anche di istituire il “Premio Enfanthéâtre” in occasione della Fiera di Sant’Orso, la cui giuria sarà composta dai piccoli partecipanti che saranno chiamati a trovare un premio da regalare alla compagnia vincitrice della rassegna 2022/2023. Dopo un breve laboratorio di intaglio, i bimbi e le loro famiglie navigheranno per le vie del centro, alla ricerca del miglior pezzo di artigianato che possa rappresentare il significato dell’intera rassegna.

I piccoli spettatori, come già l’anno scorso, potranno votare gli spettacoli inquadrando un apposito QR code, identificativo di ogni spettacolo, posto nella hall del teatro. Alla compagnia vincitrice della rassegna andrà un’opera lignea realizzata da un artigiano locale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte