“Entre glace e neige”: l’arte contemporanea si confronta sui processi naturali

Il Centro Saint Benin di Aosta ospita fino al 26 ottobre trenta opere di artisti noti al panorama internazionale dell'arte contemporanea che si sono confrontati sulla relazione tra arte e natura, concentrandosi sugli elementi della neve e del ghiaccio.
Walter Niedermayr, La Plaine Morte 3, 2005, stampa fotografica, 3 pannelli cm 131x104, installazione cm 131x318, courtesy Galleria Suzy Shammah, Milano.
Cultura

Pierpaolo Calzolari, Anish Kapoor, Hamish Fulton, Andy Goldsworthy e Roni Horn, affiancati da artisti più giovani come Marc Quinn, Walter Niedermayr, Lucy+Jorge Orta e Loris Cecchini sono gli artisti noti al panorama internazionale dell'arte contemporanea che si sono confrontati sui fenomeni naturali che rappresentano gli stati solidi dell'acqua e più in generale sulla relazione tra arte e natura, concentrandosi sugli elementi della neve e del ghiaccio, emblemi dei processi naturali di trasformazione della materia. Il frutto di questo impegno è al centro della mostra "Entre glace et neige. Processi ed energie della natura" creata appositamente per il Centro Saint Benin di Aosta, che sarà inaugurata venerdì 14 maggio ad Aosta alle ore 18.

Curata da Glorianda Cipolla e Laura Cherubini la mostra, che rientra nel programma delle esposizioni estive dell'Assessorato regionale alla Cultura, parte da una raccolta storica d’immagini e presenta una trentina di opere  che interpretano le forme, le suggestioni, le emozioni e gli scenari di cui l'acqua e le sue trasformazioni è musa ispiratrice. Le tecniche e i mezzi utilizzati dagli artisti di differenti generazioni, italiani e stranieri, vanno dalla pittura alla fotografia, dal video alla scultura e all'istallazione. La natura è qui interpretata da molteplici visioni e materiali.

Una "Natura Morta" di Pier Paolo Calzolari, si affianca così a "Plaine Morte" dell'altoatesino Walter Niedermayr, annoverato tra le più rappresentative personalità artistiche internazionali, nell'ambito della fotografia contemporanea. Lo scultore indiano Anish Kapoor, altra personalità nel panorama dell'arte contemporanea internazionale ci ripresenta il dialogo tra bidimensionalità e tridimensionalità mentre Lucy + Jorge Orta con l'opera "Window on the World", ci offrono una suggestione dall'ultima spedizione fatta in Amazzonia, offrendo così una testimonianza sull'impatto dei cambiamenti climatici in una zona di interesse cruciale.

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte