“Head to head” di Stefano Unterthiner vince il Wildlife Photographer of the Year 2021

Il valdostano si è aggiudicato la categoria "Behaviour: Mammals" del prestigioso concorso del Natural History Museum di Londra. Le 100 fotografie premiate su oltre 50mila scatti arrivati saranno in mostra a Londra dal 15 ottobre.
Il fotografo Stefano Unterthiner alle Isole Svalbard. Fonte: Stefano Unterthiner.
Cultura

C’è anche il fotografo valdostano Stefano Unterthiner fra i vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021. Con l’immagine “Head to head” si è aggiudicato la categoria “Behaviour: Mammals”.

Dal 1965 ogni anno il Natural History Museum di Londra premia le migliori fotografie naturalistiche. Oltre 50.000 gli scatti arrivati, valutati in modo anonimo da una giuria di esperti in base a “originalità, narrativa, eccellenza tecnica e pratica etica”. Il concorso di quest’anno ha coinvolto 19 diverse categorie, incluse alcune nuove, come “Oceans—The Bigger Picture” e “Wetlands—The Bigger Picture”.

Le immagini premiate saranno ora esposte alla mostra Wildlife Photographer of the Year ospitata dal Natural History Museum di Londra a partire dal 15 ottobre 2021, per arrivare poi presumibilmente al Forte di Bard nella primavera 2022.

La fotografia di Unterthiner è stata scattata alle isole Svalbard, dove il valdostano ha vissuto per un anno assieme alla sua famiglia.

“Stefano ha seguito queste renne durante la stagione degli amori.  – si legge sul sito del prestigioso premio –  Guardando la lotta, si sentiva immerso “nell’odore, nel rumore, nella fatica e nel dolore”. La renna si scontrò con le corna fino a quando il maschio dominante (a sinistra) non scacciò il suo rivale, assicurandosi l’opportunità di riprodursi. Le renne sono diffuse in tutto l’Artico, ma questa sottospecie si trova solo nelle Svalbard. Le popolazioni sono colpite dai cambiamenti climatici, dove l’aumento delle precipitazioni può congelare al suolo, impedendo l’accesso alle piante che altrimenti si siedono sotto la neve soffice”.

La fotografia “Head to head” è contenuta nell’ultimo libro del valdostano “Un mondo diverso” .

“Solo io so cosa c’è dietro questa fotografia, quanto lavoro, sacrifici e sogni…”  commenta il premioStefano Unterthiner sulla propria pagina Facebook.

Per Stefano Unterthiner la vittoria al Wildlife Photographer of the Year 2021 è la seconda grande soddisfazione in pochi giorni. Soltanto ieri il valdostano era in Campidoglio per ricevere il premio Anima che valorizza il contributo apportato da personalità del mondo dell’arte e delle cultura alla crescita etica e sensibilizzare imprese e opinione pubblica sull’importanza della responsabilità sociale e della sostenibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura