Il Raymond Chandler Award del Noir in Festival andrà quest’anno a Michael Connelly

Altra anticipazione sulla prossima edizione del Festival in programma dal 7 al 13 dicembre riguarda alcune proiezioni. A Courmayeur si potrà scoprire il nuovo film di Michael Winterbottom The Killer Inside Me
Michael Connelly
Cultura

Sarà Michael Connelly, il grande scrittore americano di Thriller a ritirare quest’anno il Raymond Chandler Award, il nobel per la letteratura mystery attribuito ogni anno dal Noir in Festival di Courmayeur. Ad annunciarlo sono stati i direttori del Festival Giorgio Gosetti e Marina Fabbri.

Altra anticipazione trapelata sulla prossima edizione del Festival, la ventisima, in programma dal 7 al 13 dicembre riguarda alcune proiezioni. Sugli schermi di Courmayeur si potrà rivedere il film di Clint Eastwood Blood Work ispirato al personaggio di Terry McCaleb di Connelly. Al Noir sarà presentato in anteprima il nuovo film di Michael Winterbottom The Killer Inside Me dal romanzo di Jim Thompson. Altra attesa presentazione sarà quella della serie tv Carlos diretta da Olivier Assayas e dedicata al più controverso terrorista internazionale degli anni ’70.

Si intitolerà Agosto ’80, l’evento speciale organizzato in collaborazione con lo scrittore Carlo Lucarelli, dedicato all’anniversario della strage di Bologna. Altra collaborazione instaurata dal festival è quella con “Il Sette” del Corriere della Sera dal quale sta prendendo forma il ciclo dei “Racconti del caminetto” dedicato ai grandi casi della cronaca nera”. Per il Mini Noir è previsto un omaggio a Neil Gaiman, l’autore di Coraline e Stardust.

“Infine – ricorda Marina Fabbri – sarà pronta per dicembre la mostra fotografica di Francesco Galli Noir di casa nostra, una inedita galleria di ritratti dei maggiori scrittori italiani di genere descritti nei loro luoghi abituali di lavoro e per la quale abbiamo stabilito una originale collaborazione con Radio2 e il programma ‘Tutti i colori del Giallo’”.

“Ma sarà tutta Courmayeur a vestirsi di giallo e di nero per l’edizione del ventennale – aggiunge  Gosetti – perché questo è davvero l’avvenimento che apre la stagione invernale della località e vogliamo che sia patrimonio di tutti, un’occasione di festa e cultura che si abbina perfettamente con il primo week end sugli sci.” 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte