In biblioteca la storia dell’Europa raccontata attraverso 250 fotografie

L’esposizione, proposta dal Dipartimento per le Politiche Europee, con la collaborazione di Europe Direct Vda, nell’ambito del suo compito istituzionale di comunicare l’Europa a livello nazionale e locale, è ospitata alla biblioteca regionale di Aosta.
Jeannette Grosjacques insieme ai funzionari del DIpartimento delle Politiche Europee
Cultura, Società

Duecentocinquanta fotografie per raccontare il percorso di costruzione dell’Europa, attraverso i momenti salienti della sua storia. Gli scatti fanno parte dell’esposizione “L’Italia in Europa – L’Europa in Italia. Storia dell’integrazione europea in 250 scatti”, allestita alla biblioteca regionale di Aosta e proposta dal Dipartimento per le Politiche Europee, nell’ambito del suo compito istituzionale di comunicare l’Europa a livello nazionale e locale.

Dagli accordi presi tra i sei Stati fondatori, subito dopo la fine della Seconda guerra mondiale, fino agli avvenimenti più recenti che vedono gli attuali 27 Stati Membri misurarsi costantemente con le nuove e sempre più complesse sfide che ogni giorno presentano i fenomeni di globalizzazione, la mostra suddivide il processo d’integrazione europea in macro periodi di cinque anni.

Per ciascuno di essi, un pannello riepilogativo associa le immagini a citazioni storiche di personaggi famosi, focalizzando l’attenzione sia sugli eventi che ne hanno caratterizzato l’evoluzione, sia sul ruolo svolto dall’Italia nello stesso processo d’integrazione, cercando di mettere in risalto come l’azione coordinata degli Stati Membri sia spesso stata la vera garanzia di successo delle varie politiche europee.

“Comunicare l’Europa – ha spiegato Roberta Innamorati, funzionario dell’ufficio Ciitadinanza Europea del Dipartimento delle Politiche Europee – diventa quindi uno strumento fondamentale per sostenere le politiche, i programmi e le azioni che i Governi di tutti gli Stati Membri e le Istituzioni europee decidono ogni giorno per garantire ai cittadini europei libertà, sicurezza e prosperità all’interno dei propri confini”.

L’iniziativa rientra a livello locale nell’ampio programma di eventi organizzati dal centro Europe Direct della Valle d’Aoste, per festeggiare la Festa dell’Europa che cadeva il 9 maggio scorso.

“L’obiettivo principale di queste manifestazioni – ha spiegato Jeannette Grosjacques, direttore della Direzione per i rapporti con l’Europa – è di stimolare l’interesse della cittadinanza verso le politiche dell’Unione, favorendo nello stesso tempo la costruzione di un’identità europea”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura