Cultura e spettacolo

Ultima modifica: 25 Febbraio 2019 17:34

“La Notte Dei Licei Classici” ha “illuminato” anche Aosta

Aosta - L'evento ieri, venerdì 11 gennaio, con una serata all’insegna della scoperta della cultura classica, ma anche del divertimento al Liceo XVI Febbraio.

La notte del Liceo classicoLa notte del Liceo classico

Nella notte di venerdì 11 Gennaio, ben 433 Licei Classici di tutta Italia, compreso quello di Aosta, hanno aderito all’iniziativa “La Notte Dei Licei Classici” unendosi in un’unica comunità virtuale.

L’idea della Notte Bianca dei Licei Classici nasce 5 anni fa da Rocco Schembra, un docente di lettere classiche, presso un liceo di Acireale.

“La serata nasce con l’intento di sottolineare l’importanza degli studi classici, soffermandosi sul loro valore per la società italiana ed europea odierna – sottolinea la Preside, la Professoressa Daniela Sarteur -. È una serata importante, dove docenti e studenti si sono messi in gioco ed impegnati per poter regalare a tutti una serata all’insegna della cultura e del divertimento.”

Durante il corso della serata la sede di Via dei Cappuccini ha ospitato due conferenze, una di ambito scientifico, curata dal Dottor Bernagozzi, ricercatore dell’Osservatorio astronomico di Saint Barthélemy e, un’altra, di ambito letterario, curata dal Professor Morandini, docente di lettere e scrittore.

I ragazzi e i docenti, invece, hanno curato e organizzato i 12 laboratori che, dalle 18 fino alle 24 sono rimasti aperti. I laboratori di quest’anno vertevano su opere teatrali, come Don Chisciotte, o inscenavano fatti storici, come il triumvirato romano, ma, come l’anno scorso, sono stati allestiti anche un laboratorio scientifico ed un atelier di danza.

“Questa è stata la terza edizione per il Liceo Classico di Aosta. Ci aspettavamo numeri importanti, infatti, e per l’edizione di quest’anno abbiamo usufruito anche di qualche aula concessaci dall’Università della Valle D’Aosta, e non siamo rimasti stupiti dall’afflusso di persone che, fino alle ultime ore, è stato consistente – dicono i rappresentanti di istituto, Luca Giovinazzo e Jacopo Jans -. È stata una serata meravigliosa, che speriamo possa distogliere le persone dai clichés  nei confronti del Liceo Classico”.

Durante la serata, gli studenti del Liceo musicale hanno allietato gli ambienti scolastici e i vari atelier con piccole orchestre. Nell’Aula Magna del Liceo, inoltre, è stato allestito un buffet per gli ospiti, ed in alcune aule è stato organizzato un mercato del libro usato, ad offerta libera, per gli ospiti della serata.

In conclusione alla serata, a mezzanotte, il corpo insegnanti, gli studenti e gli ospiti della serata, si sono raccolti nel cortile del liceo per la cerimonia di chiusura, in contemporanea con tutti gli altri licei classici italiani.

 

Jacopo Romei

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>