La Valle d’Aosta in vetrina in Giappone fino ad agosto 2010

Gli assessorati regionali al Turismo e alla Cultura hanno partecipato al progetto culturale “Autunno italiano” organizzato dal Ministero per gli esteri in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali.
Tokyo
Cultura
La Valle d’Aosta in Giappone piace. A testimoniarlo sarebbe il buon esito della manifestazione Autunno italiano 2009, organizzata dal Ministero per gli esteri in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali, che si è chiusa lunedì 21 settembre e che ha visto diversi eventi promozionali con protagonista la Valle all’interno della fiera turistica JATA.
La Valle d’Aosta è stata messa in vetrina attraverso una collaborazione di co-marketing con il tour operator Fellow travel, sono state inoltre organizzate conferenze stampa e presentazioni dell’offerta turistica regionale, abbinate a degustazioni di vini e prodotti tipici regionali, a tour operator e clienti finali. A conclusione del programma degli eventi, la Valle d’Aosta presenta oggi, martedì 22 settembre le possibilità di sci e di trekking ad Osaka, seconda città giapponese per numeri e importanza.
Il ponte gettato verso il Giappone si fa forte in particol modo della  mostra "L’eredità dell’impero romano", allestita al Museo di arte occidentale di Tokyo, dove sono esposti il busto di Giove Dolicheno e il Balteo, un pettorale di cavallo raffigurante scene di lotta, due pezzi ritrovati rispettivamente al colle del Piccolo San Bernardo e in un’insula della città di Aosta e provenienti dal Museo Archeologico Regionale. I reperti romani ritrovati in Valle verranno esposti anche presso altre 3 sedi museali dislocate nel paese (Nagoya, Aomori e Sapporo) dal 18 settembre 2009 al 22 agosto 2010.
Durante tutto questo periodo, la Valle d’Aosta sarà anche promossa attraverso la distribuzione di dépliant e brochure al Caffè Abbraccio, un locale italiano nel quartiere Aoyama di Tokyo, una delle zone attualmente più alla moda della capitale, dove, fino al Natale di quest’anno, sarà anche possibile degustare menù a base di prodotti valdostani.

La pianta di Augusta Praetoria e un audiovisivo della collana Cadran solare, appositamente tradotto in lingua giapponese, illustra ad inizio del percorso espositivo la ricostruzione del ctriptoportico forense. All’inaugurazione della mostra, alla quale hanno assistito oltre un migliaio di persone, erano presenti, tra gli altri, anche il presidente della Repubblica Giorgio Napoletano e l’ambasciatore italiano a Tokyo, oltre alle massime autorità giapponesi e della città di Tokyo.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte