Noir in Festival, Fox Crime lancia la “caccia all’uomo”

Alla Cittadella dei Giovani per la minirassegna A due passi dal Noir sono intervenuti due grandi nomi del “crime” italiano: il direttore di Sky Fox Crime Marco Rosi e Leonardo Valenti, sceneggiatore di Romanzo Criminale e Distretto di Polizia.
Dexter
Cultura

La tv del crimine è approdata ieri pomeriggio, venerdì 30 novembre, alla cittadella dei giovani di Aosta con Marco Rosi, direttore del canale SKY Fox Crime e lo sceneggiatore Leonardo Valenti (Romanzo Criminale, il mostro di Firenze, distretto di polizia) in attesa dell’ormai imminente ventiduesima edizione del Noir in Festival di Courmayeur.

Alla kermesse che partirà tra dieci giorni esatti, il canale Sky Fox Crime presenterà cinque serie tv. Alcune (come Dexter e Criminal minds) sono già arcinote al grande pubblico non solo italiano; altre (come Awake, il cui protagonista è il detective Britten che vive in equilibrio tra due mondi paralleli dopo lo shock subito dalla perdita della moglie e del figlio in un incidente ) sono nuove di zecca. “ Molte delle serie televisive degli ultimi tempi utilizzano la tecnica della narrazione orizzontale: si tratta di una tecnica che crea una grande suspense negli spettatori in quanto ogni episodi è legato a doppio filo con quelli successivi cosicché il pubblico non può perderne neanche uno, per giungere ad un epilogo finale che chiude la vicenda”, spiega Marco Rosi. “Il segreto del successo di Sky Fox Crime è stato raccogliere in un’unica proposta editoriale il meglio disponibile sul mercato con prodotti che già all’estero riscuotono parecchio successo (Csi e Criminal minds sono le serie più viste al mondo). Abbiamo avuto la fortuna di arrivare per primi.”

“Lavorare per un canale privato è stato un esperimento nuovo per me, che con Distretto di Polizia avevo scritto per la tv generalista”, racconta lo sceneggiatore Leonardo Valenti. “ Ho preferito lavorare a Romanzo Criminale e al mostro di Firenze piuttosto che a Distretto di polizia, non lo nascondo. Spesso le serie prodotte per la tv generalista hanno un’eccesiva meccanicità che le fa invecchiare, come nel caso di Distretto. Dipende anche da quello che richiede il broadcaster: la tv generalista non chiede “carattere” mentre il contrario avviene con le televisioni private che chiedono prodotti innovativi che stupiscano il pubblico.”
“La televisione sta sorpassando il cinema”, precisa il direttore della rete. “Un attore che si appassioni a un personaggio e possa rivestire quel ruolo per venti ore in una ventina di episodi piuttosto che in due ore rende sicuramente meglio. Così come un regista è meno condizionato.”

Durante tutto l’arco del festival Sky Fox Crime propone una vera e propria caccia all’uomo cui si potrà partecipare di persona o da casa interagendo tramite internet. Il pubblico si trasformerà in detective e ogni momento avrà la sua declinazione all’interno del sito www.foxcrime.it e sulla pagina FoxCrime Italia di facebook. “Non ci bastava rimanere chiusi in sala, abbiamo voluto invadere le strade e coinvolgere il pubblico da vicino.” Dice Rosi “l’interazione col pubblico stimolando le discussioni sui social network è fondamentale, è il futuro.” Per informazioni www.noirfest.com .

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte