Plaisirs de Culture: otto giorni di immersione culturale

Da sabato 20 a domenica 28 settembre la Valle d’Aosta apre le porte al suo immenso patrimonio con l’obiettivo di rafforzare nei cittadini la sensibilità e l’interesse verso il patrimonio archeologico, architettonico, storico, artistico e culturale.
Il Criptoportico
Cultura

Otto giorni per tuffarsi nella riscoperta del ricco patrimonio artistico culturale valdostano che tanto è noto per alcuni, quanto sconosciuto per altri. Sarà questa l’occasione per rivedere castelli, musei, mostre con occhi nuovi, e scoprire magari l’attività di fondazioni, musei e centri culturali grazie a laboratori, animazioni e attività per piccoli e adulti.

Tutto questo è Plaisirs de Culture, evento organizzato dall’Assessorato regionale dell’Istruzione e Cultura in sinergia con molte associazioni e realtà del territorio regionale. Da sabato 20 a domenica 28 settembre la Valle d’Aosta apre le porte al suo immenso patrimonio con l’obiettivo di rafforzare nei cittadini la sensibilità e l’interesse verso il patrimonio archeologico, architettonico, storico, artistico e culturale.

“Le risorse economiche continuano a subire una drastica riduzione, questo mette in moto sinergie interne all’Assessorato ed esterne per offrire la riscoperta di siti già conosciuti e altri che sappiamo non essere ancora conosciuti da tanti valdostani” ha commentato Emily Rini, Assessore regionale dell’Istruzione e Cultura nell’evidenziare il grande lavoro di squadra dei dipartimenti e del personale. Un’offerta costruita con una spesa di 9mila euro, un budget lontano anni luce da proposte di pochi anni fa, anni d’oro, che avevano ben altre possibilità.

Ad aprire il ricco programma di eventi e appuntamenti sarà venerdì 19 settembre, dopo l’inaugurazione ufficiale alle ore 18.30 presso il Criptoportico Forense di Aosta, lo spettacolo teatrale dal titolo “Nessuno – Azione teatrale rinchiusa per riconsiderare “il viaggio”, che vedrà protagonisti i detenuti della Casa circondariale di Brissogne, sotto la regia di Andrea Damarco di Replicante Teatro. Da qui partiranno 8 giorni che dall’alta alla bassa Valle offriranno occasione di Immersione culturale costituendo un importante appuntamento per visitare castelli, mostre, musei gratuitamente o a tariffa ridotta.

A chiudere il programma saranno, tra le altre offerte, le visite libere e guidate presso il ponte-acquedotto Pont D’Ael sabato 27 e domenica 28 settembre, sito sul quale l’Assessorato ha investito e che “ stiamo cercando di valorizzare ulteriormente con una fruizione libera a partire dalla primavera prossima” ha specificato Rini.

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura