Printemps Théâtral alla terza tappa: in arrivo le pièce di Gignod e Fénis

Appuntamento con la consueta rassegna primaverile di teatro in patois. Alle 21,00 di giovedì 28 marzo, al Teatro Giacosa di Aosta, salgono sul palco La Pégna Rigolada di Gignod e Le Armanac de Féic di Fénis.
La Pégna Rigolada di Gignod
Cultura

La terza tappa del Printemps Théâtral, la consueta rassegna primaverile di teatro in patois, vede come protagoniste La Pégna Rigolada di Gignod e Le Armanac de Féic di Fénis.
Gli attori della Coumba Freida porteranno alle ore 21,00 di domani, giovedì 28 marzo, sul palco del Teatro Giacosa di Aosta “Elettrosarvadzo” con testo di Marie Claire Chaberge e messa in scena di Charlène Anselmet, Julien Anselmet, Frédéric Avoyer.
La Pégna Rigolada è una troupe teatrale composta interamente da bambini con l’obiettivo di dare ai più giovani del paese di ritrovarsi e di formarsi alla “palestra” del teatro in francoprovenzale.

Nella stessa serata, Le Armanac de Féic de Fénis si presenterà invece al pubblico del Giacosa con “Fénque le meur y an lé bouégno ! … È lé zouè, la botse…”, una pièce, scritta da Elena Betemps, “sui lavori attorno al castello”. La compagnia di Fénis è relativamente giovane, visto che il suo debutto risale al 2006. Il suo obiettivo è di far conoscere il particolare patois di Fénis senza rinunciare a far divertire il pubblico. 

I prossimi appuntamenti in programma (sempre alle 21,00 al teatro Giacosa di Aosta):

Venerdì 5 aprile
Le Falabrac (Brusson) “Il mio nome è Challantin”
La Rigolada (Gignod) “A comme…abro”

Venerdì 12 aprile
La Compagni dou Beufet (Arnad ) “In voyadzo lon 50 an”
(La soirée est entièrement dedié à cette compagnie pour ses 50 ans d’activité)

Venerdì 19 aprile
Le Beurt et Boun (Pollein) Récha-té que l’è l’aoua de drimì
Le-S-Ami dou Patoué (Nus) “Lo queun BARbier…!!!”
Le Squiapeun “Bionaz) “D’eugn atro moundo”

Venerdì 26 aprile
Le Digourdì (Charvensod) “Matte… sen tcheutte matte…”
La Bétise (Aymavilles) “Eun feun senar de bétize”

Venerdì 3 maggio
Le Béguiò (Valtournenche) “La coteunma y ché di…”
Lo Trèn (Verrayes) Quénte conte

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura