Saison Culturelle alle griglie di partenza, presentati gli appuntamenti in calendario

Tra gli appuntamenti di maggiore richiamo ci sono i concerti di Cristiano De André, Lucio Dalla, Simone Cristicchi e Tiziano Ferro, e due capolavori teatrali di Boris Vian e Samuel Beckett. Appuntamento il 22 maggio con il coro dell’Armata rossa.
La presentazione della Saison 2009 - 2010
Cultura

Gli inverni valdostani sono notoriamente molto lunghi e freddi, ma trascorrono più rapidamente se c'è la possibilità di trascorrerli, almeno in parte, seduti comodamente in una sala cinematografica o in un auditorium, assistendo a uno dei numerosi spettacoli che animano la Saison Culturelle, che quest'anno compie 25 anni. Ieri un gran numero di valdostani hanno assistito alla presentazione ufficiale della più importante rassegna culturale della regione, curiosi di scoprire le proposte di quest'anno. Il calendario 2009-2010 della manifestazione si apre con il cinema, martedì 13 ottobre, con North Face, di Philipp Stolzl e In un altro mondo di Joseph Péaquin.

La sezione teatrale sarà inaugurata dallo spettacolo di Marco Paolini "Miserabili, io e Margaret Thatcher" arricchito dalle musiche dei Mercanti di liquore. Con un tributo a Fabrizio De André si aprirà invece la stagione dei concerti, il 23 ottobre. A rendere omaggio al grande cantautore genovese sarà il figlio Cristiano, accompagnato da Massimo Bubola, storico collaboratore di Fabrizio. A fine ottobre, il 27, il fenomeno dei social network, e in particolare di Facebook, sarà protagonista di una conferenza tenuta dalla sociologa Nina Testut. Infine il 28 novembre il sipario si alzerà anche sui balletti, e in particolare sulla Bella addormentata nel bosco, con il Moscow Festival Ballet. Tra gli appuntamenti di maggiore richiamo che costellano la stagione culturale troviamo alcuni grandi concerti. In particolare, saliranno sul palco Lucio Dalla, Simone Cristicchi e Tiziano Ferro, oltre al famoso coro dell'Armata rossa. Segnaliamo come degni di nota, per quanto riguarda la sezione teatrale, L'écume des jours, capolavoro di Boris Vian, portato in scena da Béatrice De la Boulaye, e Giorni Felici di Samuel Beckett, affidato alla direzione di Robert Wilson.

Quest'anno la sede degli appuntamenti cambierà frequentemente, per meglio distribuire sul territorio l'offerta culturale. Sono previsti infatti spettacoli non solo ad Aosta, ma anche a Saint-Vincent, Verrès, Aymavilles, Pont-Saint-Martin e Courmayeur. Intanto l'assessore Laurent Viérin ha fornito una significativa anticipazione riguardante la prossima edizione della Saison Culturelle, quella che si aprirà nel 2010. A quanto pare l'onore di inaugurare la rassegna spetterà all'ex cinema Splendor, finalmente riaperto dopo tanti anni di oblio.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura