“Strade del Cinema” edizione 2009 comincia da Stanley Kubrick

Giovedì 6 agosto si apre il festival dedicato al film muto d’autore. In programma, una retrospettiva dedicata alle pellicole di Charlie Chaplin, musicate dai finalisti del concorso Giovani musicisti europei. Il 13 agosto è atteso il pianista Neil Brand.
Neil Brand
Cultura

E’ Charlie Chaplin il protagonista dell’ottava edizione di Strade del Cinema, classico appuntamento culturale dell’estate aostana, in programma dal 6 al 13 agosto nella cornice del teatro romano. Al grande regista e attore britannico sarà dedicata una retrospettiva, con dieci mediometraggi da lui stesso diretti e interpretati tra il 1916 e il 1917. Le opere saranno proiettate venerdì e sabato sera, alle 21,30, domenica, alle 20,30, lunedì e martedì, alle 21,30, e saranno accompagnate in musica dai dieci finalisti del concorso Giovani musicisti europei.
“Il programma si rivolge anche al pubblico delle famiglie – spiega il direttore artistico, Marco Gianni – che portano i bambini a vedere come si facevano una volta le comiche”.
Per rendere omaggio a Chaplin sarà inoltre distribuito gratuitamente agli spettatori un volume monografico, "Charlie Chaplin, opinioni di un vagabondo", che raccoglie mezzo secolo di interviste all'artista, curato da Kevin J. Hayes, e arricchito da una prefazione di Dario Fo. “Si tratta di un esperimento editoriale – spiega Gianni – in passato abbiamo proposto un catalogo, ma in questo modo pensiamo di poter offrire un prodotto di maggiore approfondimento”.

L’apertura della rassegna è però riservata a un omaggio a un grande regista che ha segnato indelebilmente, con le sue opere, l’immaginario collettivo, Stanley Kubrick. Giovedì prossimo, alle 21,30, l’orchestra Sfom della Valle d’Aostra eseguirà le musiche del celebre compositore Gyorgy Ligeti, noto anche per avere musicato 2001 Odissea nello spazio, Shining e Eyes Wide Shut.

Il 12 agosto, alle 21,30, si cambia registro, con la proiezione di Tigre reale, opera di Piero Fosco del 1916,  tratta da una novella di Verga, e musicata, per l’occasione, dal trio sardo composto da Paolo Angeli, Savino Murgia e Antonello Salis.
La serata di chiusura del 13 agosto ospiterà un pianista d’eccezione, Neil Brand – il più celebre accompagnatore di film muti – che accompagnerà la pellicola Safety last, di Fred Newmeyr e Sam Taylor, del 1923.

Quest’anno il budget della rassegna aostana del cinema muto si è praticamente dimezzato, passando da 150mila a 80mila euro, soprattutto per il venir meno del sostegno da parte dell’amministrazione regionale. Ma qualità e il livello della proposta rimane immutato.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte