Torna ad Aosta la Festa della Musica, una “due giorni” sonora tra le vie del centro e Cittadella

La kermesse si festeggerà in una 'due giorni', il 18 giugno con le band musicali che si esibiranno in dieci zone del centro ed il 21 alla Cittadella con gli istituti, le scuole e le fondazioni musicali. Le band potranno iscriversi entro il 27 maggio.
Enrico Montrosset e Antonella Marcoz alla presentazione della Festa della musica
Cultura

Assente ormai da quasi dieci anni, dal 2007, torna ad Aosta la Festa della Musica.
La kermesse si festeggerà in una ‘due giorni’, il 18 giugno ed il 21, illustrata oggi in conferenza stampa dalla Vicesindaca Antonella Marcoz: “L’obiettivo – ha spiegato Marcoz – è quello di coinvolgere il più possibile la città, per questo motivo abbiamo deciso di organizzare la festa della Musica anche il 18 giugno, un sabato, per rendere Aosta più accogliente ed attrarre sia i turisti che i cittadini”.

Il 18 giugno la Festa si diramerà attraverso tutto il centro storico del capoluogo con l’amministrazione che ha individuato dieci ‘punti musicali’, con proposte sonore divise per generi. I concerti di terranno dalle 17 alle 21, e le band interessate a partecipare potranno iscriversi entro il 27 maggio compilando l’apposito modulo caricato sul sito del Comune di Aosta e della Cittadella dei Giovani.

Cittadella che, oltre all’organizzazione e alla gestione dei gruppi musicali, sarà anche protagonista assoluta martedì 21 giugno. Tra le sue mura, infatti, la Festa della Musica si concretizzerà con le esibizione riservate alle scuole, agli istituti e alle fondazioni musicali presenti sul territorio valdostano, oltre alla banda municipale.

Alle 21 del 18 giugno, in chiusura dei concerti, le band eseguiranno assieme la famosa canzone di Sergio Endrigo ‘Ci vuole un fiore’: “Una scelta fatta per contenuti, speranza del messaggio e cantabilità – ha spiegato invece Enrico Montrosset della Cittadella – per stimolare alla partecipazione e per riattivare un momento musicale importante, occasione anche per scambi di idee e punti di vista”.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati