Un sms per diventare spettATTORI

Dal tramonto piazza Chanoux ospiterà l'ultimo appuntamento della rassegna Aosta di Passione. Nel corso della rappresentazione teatrale, gli spettatori saranno invitati a interagire, inviando sms che verranno poi proiettati nell'installazione multimediale.
Cultura

Com'è la vostra città ideale? E’ questa la domanda a cui i valdostani potranno stasera, rispondere, inviando un semplice sms e diventando cosi protagonisti dell’iniziativa,  “quando gli sms scrivono la piazza”, spettacolo inserito nella rassegna artistica “Aosta di Passione”, promossa dall’Amministrazione comunale con l’Associazione culturale “Arti di Eris”  e per la direzione artistica di Paola Corti.

Nel corso della rappresentazione teatrale, che avrà luogo in piazza Chanoux, gli spettatori saranno infatti invitati a interagire, inviando sms al numero 345/2980316, che verranno poi proiettati nell’installazione multimediale curata da New media Art e Riccardo Mantelli.

“Gli SMS scrivono la piazza” – si legge in una nota –  nasce con l'intenzione di proporre un possibile uso diverso delle nuove tecnologie uscendo dai luoghi comuni dell'arte (gallerie e musei) con il desiderio di comunicare e far comunicare nello spazio collettivo. Un modo di concepire la piazza in forma nuova, che porti a una consapevolezza diversa del vivere la città. Una partecipazione attiva nello spazio pubblico, che consenta di esprimere i propri pensieri e renderli visibili a tutti. Il tutto profumato da ambienti sonori nati nell'interferenza, effetti collaterali, paesaggi sonori di una subcultura cyberpunk che nel quotidiano indirettamente ci circonda e penetra.”

La serata proseguirà poi dalle 22 con le letture e azioni di Paola Corti, Stefania Tagliaferri, Cristina Chiantaretto, Roberto Baffa e Gianni Catanese, e le installazioni di “New Media Art” accompagnate dagli ambienti sonori di Riccardo Mantelli.

In caso di maltempo, la manifestazione si svolgerà sotto i portici, nella zona antistante ingresso municipio.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura