Economia e lavoro di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 30 Luglio 2021 23:38

Aiuti anticrisi Covid, presentate circa 7.000 domande per oltre 33 milioni di euro

Aosta - Il più richiesto per ora è stato il bonus ai titolari di partita Iva. In 3.332 soggetti hanno presentato domanda per un importo di 29.375.300 euro.

Palazzo RegionalePalazzo Regionale

Ammonta a oltre 33 milioni di euro la somma complessiva richiesta fino ad ora da cittadini, professionisti e imprese valdostani per gli aiuti anti-crisi Covid, previsti dalla legge regionale n.15 del 2021. Il numero totale di domande è 6.906.

In particolare, il bonus ai titolari di partita Iva (articolo 9) è stato chiesto da 3.332 soggetti per un importo di 29.375.300 euro. I gestori di Bed&Breakfast che hanno fatto domanda per la misura a loro dedicata (articolo 10) sono stati ad oggi 39 (77.000 euro), mentre le aziende agricole 343 (965.850 euro). Per ciò che concerne i contributi ai lavoratori, le domande alla nuova indennità regionale per i lavoratori dipendenti (articolo 20) sono state 454 (454.000 euro), mentre per quella destinata ai lavoratori dipendenti che beneficiano di ammortizzatori sociali (articolo 21) hanno fatto richiesta 2.738 persone per complessivi 2.312.4000 euro.

“I dati di adesione agli aiuti sono incoraggianti e nei prossimi giorni proseguirà l’attivazione progressiva delle misure previste dalla legge regionale n. 15 del 2021”, commenta l’Assessore allo Sviluppo economico, Formazione e Lavoro, Luigi Bertschy. “A meno di un mese dalla partenza delle prime misure ai lavoratori – aggiunge – è iniziata in questi giorni la fase di liquidazione di più di 2.000 domande relative agli articoli 20 e 21”.

“Per quanto riguarda il settore agricolo – spiega l’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali, Davide Sapinet – c’è stata un’ottima risposta: le aziende stanno aderendo in modo significativo e con rapidità alla misura del bonus. Inoltre, lunedì sarà attivata la misura del voucher prodotti agricoli per la quale stiamo riscontrando un notevole interesse sia da parte dei produttori che dei beneficiari dei settori turistico e commerciale”.

Dalle ore 14 di lunedì prossimo 2 agosto potranno essere presentate le domande per i contributi alle famiglie valdostane (articolo 26), da 400 euro a oltre 2.000 euro in base alla loro composizione e al valore ISEE, con maggiorazioni per più componenti. Inoltre potranno essere anche richiesti i voucher per l’acquisto di prodotti agroalimentari regionali (articolo 12) e i contributi alla patrimonializzazione delle società cooperative o dei loro consorzi (articolo 13).

Le domande a tutte le misure possono essere inoltrate tramite il portale new.regione.vda.it/vdariparte, anche da un soggetto delegato dal beneficiario. Per accedervi è necessaria un’identità digitale SPID, CNS e CIE. Dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30, è stato attivato uno sportello digitale per l’attivazione dello SPID, aperto, nel cortile interno del palazzo dell’Assessorato, in piazza della Repubblica n. 15 ad Aosta.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo