Approvato il Piano regionale operativo dei lavori pubblici da 77 milioni di euro

Nel piano vengono fornite le prime indicazioni per l’attuazione del Nuovo Codice degli Appalti come ad esempio l’obbligo di centralizzazione alla SUA da parte delle strutture regionali delle gare per i lavori di importo superiore a 150 mila euro.
I lavori della variante di Valpelline
Economia

Duecento interventi per un ammontare complessivo di investimenti pari a 77 milioni di euro, di cui 40 milioni di euro a valere sul mutuo presso la Finaosta. Sono alcuni dei dati del Piano regionale operativo dei lavori pubblici per l’anno 2016, approvato oggi dalla Giunta regionale. 

"Tra gli interventi più significativi vi sono 27 contenitori generici, per una spesa pari a euro 3,5 milioni, appositamente previsti per gestire, in funzione delle necessità, i singoli lavori di manutenzione straordinaria da attuare nel corso del 2016" spiega l’Assessore regionale alle opere pubbliche, Mauro Baccega. "In tale ambito rientra anche il piano di investimenti relativo agli interventi di piccola e media entità da effettuare in economia nei settori delle strade regionali, delle opere edili, manutenzione delle strade regionali, difesa del suolo, volto al sostegno e al rilancio dei settori produttivi dell’economia locale. Questi interventi sono di fondamentale importanza per i positivi effetti di ricaduta in favore delle imprese valdostane".

Nel piano vengono fornite le prime indicazioni per l’attuazione del Nuovo Codice degli Appalti come ad esempio l’obbligo di centralizzazione alla SUA da parte delle strutture regionali delle gare per i lavori di importo superiore a 150 mila euro e per i servizi di architettura e ingegneria per importi oltre i 40 mila euro. Il provvedimento prevede di individuare i soggetti partecipanti alle procedure negoziate attraverso la costituzione di elenchi aperti di operatori economici. In attesa della costituzione di questi elenchi aperti, la deliberazione adottata prevede che la procedura negoziata si svolga previa indagine di mercato con manifestazione di interesse.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia