Banda ultra larga negli alberghi, accordo fra Adava e Fastweb

L'intesa è finalizzata a sviluppare iniziative comuni per promuovere l’innovazione digitale e favorire la diffusione della banda ultra larga nelle strutture alberghiere della Valle d'Aosta.
Accordo Adava e Fastweb
Economia

“La prima cosa, che il turista che entra in albergo chiede, è la password del wi-fi. La piscina può anche essere fredda, ma se togliamo internet generiamo l’insoddisfazione del cliente”. Il Presidente di Adava, Filippo Gérard spiega così le ragioni dell’accordo raggiunto fra Adava, l’Associazione degli Albergatori e delle Imprese turistiche della Valle d’Aosta, e Fastweb, uno dei principali operatori di telecomunicazioni in Italia.

L’intesa ha l’obiettivo di favorire la diffusione della banda ultra larga nelle strutture alberghiere della Valle d’Aosta. L’accordo è stato presentato nel corso della conferenza stampa.

Il partenariato trae origine dall’avvio dei progetti pilota a Champoluc e Cogne in cui sono attualmente in corso le attivazioni e i lavori per la posa della rete in fibra ottica in ogni singolo edificio di due primi gruppi di alberghi. Le nuove infrastrutture di rete saranno in grado di abilitare connessioni ultraveloci altamente performanti, con velocità di trasmissione fino a 100 Mbps al secondo, sia in download che in upload.

Oltre a Fastweb e Adava il progetto ha visto la partecipazione delle amministrazioni comunali, di Inva per l’uso dell’infrastruttura in fibra ottica regionale e la messa a disposizione e locazione agli operatori nonché dello Sportello Unico degli Enti locali (SUEL).

“Siamo convinti che l’impegno dell’azienda  – sottolinea Elena Marchetto, Senior manager relazioni istituzionali di Fastweb – insieme alla proficua collaborazione fra le amministrazioni locali e i partner del progetto, contribuiranno ad agevolare il processo di digitalizzazione di questo territorio meraviglioso”.

Oltre alla connettività, l’accordo prevede l’implementazione di servizi di ultima generazione basati sul cloud computing per le gestione e conservazione dei dati, servizi di sicurezza avanzata per la protezione dei dati personali, e servizi in grado di abilitare il cosiddetto Internet delle cose che consentirà di mettere comunicazione tra di loro gli oggetti.

“La posa della fibra ottica lungo le Valli laterali,  – ricorda l’Assessore regionale al Turismo, Laurent Viérin – un lavoro partito anni fa, permette ora l’accesso alla banda ultra larga anche alle aziende turistiche valdostane”.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia