Cioccolato Vda, prosegue la ricerca di partner. L’Assessore: “Per ora nessuna certezza”

L’imprenditore Ertugrul Selcuk si è presentato in Valle d'Aosta con una società di intermediazione olandese, la Bnc Investment Group. I turchi hanno parlato di "investitori esteri, interessati ad insediarsi in Italia".
Incontro con Cioccolato Vda
Economia

“Al momento non ci sono garanzie, nessuna certezza, nessuna proposta reale”. Finisce così l’incontro di poco più di un’ora con i turchi proprietari di Cioccolato Vda. 

L’imprenditore Ertugrul Selcuk si è seduto al tavolo con l’Assessore regionale alle Attività produttive, con Finaosta, il Savt, l’Amministrazione comunale di Pont-Saint-Martin e Confindustria, accompagnato da una società di intermediazione olandese, la Bnc Investment Group. 

“Abbiamo appreso che l’attuale proprietà – spiega al termine dell’incontro l’Assessore Stefano Aggravi –  è alla ricerca di un partner al 50%, gli abbiamo chiesto di far il prima possibile. Da un nostro punto di vista, anche come debitori, abbiamo cercato di avere garanzie, che a breve però non ci sono sono. Vediamo quali saranno gli sviluppi e speriamo di rimanere informati rispetto a quanto farà la proprietà”.

I turchi hanno parlato di “investitori esteri, interessati ad insediarsi in Italia” e hanno chiesto almeno “due mesi di tempo”.

Nel frattempo viene confermato il licenziamento dei cinque dipendenti, a cui questa mattina la proprietà ha consegnato le lettere. “Erano un atto dovuto – dice Guido Corniolo, segretario del Savt –  anche se i nostri lavoratori non le hanno accettate e sottoscritte. In queste condizioni era impensabile di continuare a mantenere cinque persone a vagare per lo stabilimento, senza fare nulla, perché nulla c’era da fare”. Il sindacato si dice, quindi, fiducioso. “Speriamo si trovi questo finanziatore e si concretizzi questo nuovo investimento che dovrebbe portare non solo nuova occupazione. Abbiamo, infatti, ottenuto la garanzia dell’azienda di riassumere gli stessi dipendenti, che sono anche dei professionisti. I tempi sono strettissimi, i creditori bussano alle porte”.

La Cioccolato Vda, insediatasi nell’estate del 2016 nell’ex stabilimento Feletti, ha ricevuto da Finaosta un mutuo da 4 milioni di euro (due le rate rimaste indietro al momento).

Incontro con Cioccolato Vda
Incontro con Cioccolato Vda

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia