Dublino e Lione: le mete per il 2009 del Progetto Leonardo Da Vinci

Saranno 12 le borse per il tirocinio di formazione/lavoro proposte per il 2009 dal Progetto Leonardo e cofinanziate dal Celva. Obiettivo: fornire agli stagisti un'avventura formativa e di lavoro all'estero. Le candidature sono aperte fino al 2 febbraio.
Presentazione del Progetto Leonardo 2009
Economia
Sono Dublino (Irlanda) e Lione (Francia) le due mete scelte quest’anno dal Celva, all’interno del Programma “Leonardo Da Vinci” che daranno la possibilità a 12 giovani residenti in Valle d’Aosta di vivere un’esperienza di stage all’estero. Tra le novità presentate questa mattina, mercoledì 3 dicembre, dai rappresentanti del Celva e dai responsabili dell’Enaip Piemonte, ente promotore, figura proprio la doppia destinazione e il numero di borse messe a disposizione: 12 rispetto alle 10 degli anni scorsi.

Il progetto offre la possibilità di confrontarsi con uno stile di vita nuovo, una cultura e un contesto sociale diversi, vivendo quattro mesi all’estero – ha spiegato Elso Gerandin, Presidente del Celva – Un’esperienza full-immersion per perfezionare la lingua straniera, scoprire nuove idee, persone, familiarizzare con costumi e usanze e aumentare la consapevolezza delle proprie capacità e potenzialità”.

“L’obiettivo del progetto – ha aggiunto Patrick Thérisod, Direttore del Celva – è di permettere ai ragazzi un’esperienza unica e assolutamente formativa. Da alcuni anni, inoltre, oltre alla copertura economica dello stage, che cofinanziamo, è prevista un’integrazione di 450 euro per sostenere gli stagisti in attività culturali e ludiche non coperte dal progetto”.

Il costo totale di ogni partecipante è infatti di 4.846 euro, di cui 3276 a carico del progetto Leonardo e 1600 del Celva. L’investimento totale del Celva per la copertura delle 12 borse per il 2009  è di 24.600 euro, di questi 5400 rappresentanti dall’integrazione al “portafoglio” degli stagisti.

Il programma Leonardo 2009 prevede, in particolare, 6 tirocini formazione/lavoro a Dublino e altrettanti a Lione nel periodo aprile/luglio. Lo stage è comprensivo di viaggio, sistemazione in famiglia in regime di mezza pensione, abbonamento per trasporti, 4 settimane di formazione linguistica intensiva e 12 di tirocinio.

I contesti di lavoro (scelti in base alle aspettative evidenziate nelle candidature) nei quali saranno inseriti gli stagisti sono solitamente: culturale, studi di progettazione, sociale e dei servizi, No profit, turismo, marketing e sviluppo d’impresa.
La scadenza per la presentazione delle candidature è il 2 febbraio 2009. Le selezioni saranno effettuate il 18 e 19 febbraio 2009 attraverso un colloquio individuale finalizzato alla verifica delle motivazioni, all’idoneità dei candidati e alla loro eventuale conoscenza linguistica.

A testimoniare la soddisfazione per l’esperienza sono state due ragazze, Silvie ed Elena, che hanno preso parte allo stage del 2008 a Malta. Per entrambe, oltre che un’occasione di formazione, è stata un’opportunità per confrontarsi con un paese estero nel quale hanno allacciato forti legami di amicizia oltre che di collaborazione lavorativa, continuata anche dopo il ritorno in Valle. Dal 2004, anno di inizio del Progetto Leonardo in Valle, sono stati diversi gli stagisti che hanno deciso di rimanere nel Paese in cui si è sviluppata la loro esperienza di tirocinio, poi trasformatasi in un rapporto di lavoro duraturo.

Anche nel 2009 sarà portato avanti il “Diario di Bordo” un’iniaziativa del Celva che attraverso foto e testi testimonia, in diretta, l’avvenuta degli stagisti, il loro impatto con il nuovo paese, le difficoltà iniziali e i momenti piacevoli. Il Diario sarà consultabile sul sito del Celva, dove sono consultabili tutte le ulteriori informazioni: www.celva.it

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte