Impianti di risalita, Finaosta avrà in mano la regia unica di tutte le società pubbliche

La Giunta regionale ha approvato oggi, mercoledì 5 gennaio, una delibera per “razionalizzare” e “coordinare” le attività delle varie società funiviarie a partecipazione pubblica. E verrà rivisto anche il ruolo di Siski.
Cervinia - impianti
Economia

Sarà Finaosta a coordinare la cabina di regia con il compito di coordinare e razionalizzare l’attività delle società che gestiscono gli impianti di risalita in Valle d’Aosta.

Con l’acquisizione anche delle funivie di Cervinia e Courmayeur, l’amministrazione regionale ha la maggioranza di pressoché tutte le società presenti sul territorio. E se nelle scorse settimane si era parlato di una fusione per arrivare ad un’unica gestione, oggi, mercoledì 5 gennaio, la Giunta regionale ha approvato una delibera che prevede un orientamento più’soft’. La Finaosta avrà il compito di rendere più “efficace l’orientamento strategico e operativo nelle diverse funzioni svolte, in particolare per quanto riguarda la pianificazione dello sviluppo dei comprensori, la gestione, gli acquisti, il personale ed il marketing”.

“L’ipotesi di una holding, di una fusione sono ragionamenti importanti che in prospettiva vogliamo raggiungere – spiega l’assessore al Turismo Aurelio Marguerettaz – ma vogliamo anche dare un’impronta immediata nella razionalizzazione dei percorsi”. L’obiettivo di fondo, dunque, è di creare economie di scala capaci di far risparmiare energie e denaro ora gestiti in una galassia di società di piccole e grandi dimensioni”.

Finaosta avrà anche il compito di studiare delle soluzioni per quanto riguarda le partecipazioni degli enti locali nella varie società di gestione: a partire dal 2012, infatti, la Finanziaria ha imposto regole rigide per le partecipate sostenute da comuni e comunità montane.

“Va inserito in questo contesto di razionalizzazione – ha sottolineato il presidente della Regione, Augusto Rollandin –  anche l’attività della Siski (società che gestisce lo skipass regionale, ndr),  che aveva una collocazione specifica legata alle tecnologie per gli impianti, ma oggi il suo ruolo può essere rivisto alla luce di questo progetto”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte