Mercato coperto, l’Ordine degli architetti torna a chiedere il concorso di progettazione

"Perché sia svolto un lavoro che soddisfi le esigenze della comunità che vive lo spazio urbano è necessario effettuare un’approfondita analisi territoriale, storica e sociale con connessioni e integrazioni insieme ai luoghi adiacenti".
Mercato coperto di Aosta
Economia

"Non è sufficiente la volontà “di fare qualcosa” per la città. La volontà del “Fare” ha significato solo se ha qualità intrinseche ed estrinseche". A dirlo è l'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta, in merito alla vicenda dell’affido diretto sullo studio di fattibilità del mercato coperto di Aosta. 

I professionisti ribadiscono, quindi, "la necessità di mettere in campo lo strumento del progetto e non una scelta in base al progettista. Perché sia svolto un lavoro che soddisfi le esigenze della comunità che vive lo spazio urbano è necessario effettuare un’approfondita analisi territoriale, storica e sociale con connessioni e integrazioni insieme ai luoghi adiacenti".

L’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta insiste, quindi, nel richiedere di mettere in campo un concorso, "in quanto strumento essenziale di sintesi in grado di formulare la migliore risposta alle richieste". I professionisti danno infine la disponibilità a supportare l’Amministrazione Comunale nella stesura di un concorso di progettazione.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte