Sarà riattivata entro fine anno la legge sull’assegnazione dei buoni alcool

Fino all'operatività delle modifiche che saranno apportate alla legge regionale sulla assegnazione e immissione di consumo dei beni contingentati, le operazioni di distillazione non beneficeranno dell'esenzione fiscale a dovranno essere pagate le accise.
Economia
L’Assessorato regionale delle Attività produttive informa che gli uffici regionali competenti stanno lavorando ad un disegno di legge di modifica della legge regionale 4 agosto 2006, n. 16 (sulla ripartizione, assegnazione e immissione in consumo dei beni contingentati), al fine di riattivarne l’operatività entro la fine dell’anno. Per questo motivo le domande per il rilascio di buoni alcool ai proprietari di alambicchi privati che distillano vinacce ad uso familiare potranno essere inviate ai competenti uffici soltanto in seguito alla ripresa della piena operatività della relativa legge regionale.
 
Fino a quel momento, le operazioni di distillazione non beneficeranno dell’esenzione fiscale e saranno soggette al pagamento delle accise nonché all’assolvimento di tutti gli adempimenti previsti dalle vigenti disposizioni tributarie.
Eventuali chiarimenti ed informazioni potranno essere richiesti al Servizio contingentamento ai numeri telefonici 0165 27.51.53 / 0165 27.51.01 oppure, per quanto concerne gli obblighi tributari (dichiarazioni di lavoro, versamenti etc.) alla competente Agenzia delle dogane di Aosta.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte