Seconda edizione della borsa dei prodotti valdostani, 165 i buyer presenti

I produttori che hanno aderito all'iniziativa, allestendo il proprio stand presso l’Espace Aosta, sono stati invece 63 appartenenti a 7 filiere.
De la terre à la table, la prima borsa dei prodotti valdostani
Economia

Sono stati 165 i buyer (nel 2013 furono 124) che hanno preso parte ieri alla seconda edizione di De la Terre à la Table, la borsa dei prodotti valdostani organizzata mercoledì 12 novembre presso l’Espace Aosta dall’Assessorato regionale all’Agricoltura e della Chambre Valdôtaine in collaborazione con l’AREV e la Coldiretti. I produttori che hanno aderito all’iniziativa, allestendo il proprio stand presso l’Espace Aosta, sono stati invece 63 appartenenti a 7 filiere. In particolare erano presenti 22 aziende del settore vini, 19 del settore erbe officinali, ortaggi, piccoli frutti e conserve, 11 per il settore lattiero caseario, 4 per il settore delle carni, 3 per i distillati, 3 per i mieli e 1 per i prodotti da forno.

“Si tratta di un risultato importante – spiegano l’Assessore Renzo Testolin ed il Presidente della Chambre Nicola Rosset – L’aumento significativo del numero dei buyer e la risposta positiva delle aziende testimoniano la validità del progetto e della formula. Certamente il lavoro da fare è ancora molto, soprattutto per riuscire ad aumentare ancora la presenza degli operatori turistici e alberghieri, dei ristoratori e dei commercianti della piccola e grande distribuzione, ma la strada imboccata è quella giusta ed in questa direzione bisogna procedere. Sarà importante per il futuro riuscire a dare una continuità all’iniziativa, magari pensando ad arricchirla anche con altre attività collaterali che possano fungere da catalizzatore per i visitatori."

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati