Sindacati, presto un direttivo unitario per una proposta di cambiamento al femminile della Valle

"Le donne sono oggi un motore, un elemento di trasformazione sociale indispensabile per uscire dallo stato di crisi attuale che deve essere messo al centro delle azioni politiche e sindacali". Scrivono oggi in una nota congiunta i sindacati regionali.
Economia

"Le donne sono oggi un motore, un elemento di trasformazione sociale indispensabile per uscire dallo stato di crisi attuale che deve essere messo al centro delle azioni politiche e sindacali". Cosi in una nota congiunta oggi le organizzazioni sindacali regionali.

Nel giorno della festa delle donne i sindacati annunciano di voler organizzare entro il mese prossimo un direttivo unitario dei quadri e delegati delle organizzazioni confederali, "finalizzato a fare il punto della situazione nella nostra regione aprendo a tutti i soggetti interessati a farsene portatori la proposta di cambiamento al femminile per la Valle d’Aosta".

L’8 marzo, secondo i sindacati, è un "momento fondamentale di riflessione sullo stato della condizione femminile nel mondo del lavoro e della società in generale. Tanti sono infatti i temi da affrontare e tante le situazioni che, alla luce degli avvenimenti dell’ultimo anno, ci consentono di dire che è necessario, oggi più che mai continuare nella promozione delle pari opportunità a 360 gradi anche sul nostro territorio."

Guardando all’occupazione femminile valdostana, la situazione della nostra regione, spiegano ancora i sindacati, è tra le migliori e una delle più prossime al raggiungimento degli obiettivi europei. "Ciò nonostante – continuano i sindacati –  non possiamo che rilevare anche nella nostra realtà le gravi condizioni precarie, le difficoltà di conciliazione con le esigenze familiari, i tentativi sia nei settori pubblici che privati di limitare la fruizione dei diritti contrattuali sulla maternità e sulla fruizione di permessi per le esigenze di assistenza che, nella vita delle donne si fanno oggi sempre più pressanti."

Altro tema su cui i sindacati puntano i riflettori è quella della violenza sulle donne. Le organizzazioni sociali plaudono all’approvazione della legge regionale, "il primo passo per contrastarla, a cui bisogna dare gambe attraverso finanziamenti adeguati e la promozione di iniziative culturali e formative rivolte in modo particolare ai giovani. Solo modificando le strutture mentali infatti è possibile debellare un tale fenomeno." Per raggiungere questo obiettivo secondo i sindacati, infine, è necessario che le Istituzioni, gli organismi e le Associazioni che si occupano di pari opportunità e di condizione femminile lavorino in rete.
 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia