Turismo: gli italiani salvano la stagione estiva

Sul fronte degli arrivi l’ultima stagione ha segnato un +6,3%, con 24.642 arrivi in più rispetto al 2011. La crescita delle presenze è stata invece del 3.7% ovvero 64.721 in più. A fare la parte del leone sono stati gli italiani.
Marcia Granparadiso Estate
Economia

Un’estate con tanti segni positivi. L’Assessorato regionale al Turismo, impegnato oggi a Milano, per presentare l’offerta invernale, ha diffuso i dati delle presenze e arrivi nel periodo giugno – agosto. 
Sul fronte degli arrivi l’ultima stagione ha segnato un +6,3%, con 24.642 arrivi in più rispetto al 2011. Un dato, quello degli arrivi, in continuo crescita dal 2005 ad oggi. Le presenze registrate nell’ultima estate sono state  64.721 in più rispetto all’anno prima (+ 3.7%)  A fare la parte del leone sono stati gli italiani, che rappresentano il 79% dei flussi turistici totali, e in particolare i nostri vicini piemontesi, lombardi e liguri (Il 50% del totale dei turisti e il 70% degli italiani).

Anche fra gli stranieri si registrano importanti passaggi di turisti di prossimità come i francesi: 43.992 arrivi e 66.115 presenze, dati comunque in calo rispetto al 2011 rispettivamente di un 3% sugli arrivi e di un 5% sulle presenze.
Al secondo posto per arrivi e presenze vi sono i turisti olandesi che soprattutto sul fronte delle presenze fanno registrare un più 27,3% rispetto al dato 2011.

Fra i comprensori più amati si conferma come sempre il Monte Bianco con 108 mila arrivi e 343mila presenze, anche se in calo rispetto al 2011 rispettivamente dell’1% (arrivi) e del 3,7% (presenze). Il Monte Cervino sembra invece essere il luogo preferito per soggiorni più lunghi, quasi quattro notti di permanenza media (3 per il Monte Bianco). Il territorio registra inoltre un valore in forte crescita sia per le presenze, 31,2%, sia per gli arrivi, 27,4%, rispetto al 2011. Segni negativi anche per il Monte Rosa che registra un 5mila presenze in meno rispetto al 2011 (-2,2%).

Guardando alle singole località Courmayeur guida la classifica dei paesi di vacanza più gettonati dai turisti, seguita da Cogne, La Thuile e Cervinia. Rispetto al 2011 Breuil Cervinia ha registrato un 76,6% di presenze in più, molto bene anche Pila con un +50,7% e Valsavarenche con un +22,5%. Male Gressoney-La-Trinité, meno 27,9% di presenze e La Thuile, -17,4%.

Se la metà circa delle presenze si registrano negli alberghi, l’estate 2012 ha segnato, complice probabilmente la crisi, una crescita di appeal per i campeggi (+13,4% di presenze rispetto al 2011) e per gli affittacamere (+14,1%). Bene anche le aree di sosta, i posti tappa e le case per ferie.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte