Università: i soldi non bastano, la Regione non riesce a pagare le borse di studio

Per la prima volta la Regione quest’anno non riuscirà a pagare, almeno nell’immediato, tutte le richieste arrivate e ritenute idonee per gli assegni di studio e i contributi alloggio per gli studenti iscritti a corsi di laurea fuori dalla regione.
Economia

Chi ha o sta frequentando un’università fuori dalla Valle d’Aosta lo sa bene: le borse di studio e i contributi alloggio, previsti dall’Amministrazione regionale, da sempre ci vengono invidiati dai coetanei, provenienti da regioni ordinarie. Gelosie e asti che, in un futuro non troppo lontano, potrebbero però rimanere un ricordo del passato.
Per la prima volta, infatti, la Regione quest’anno non riuscirà a pagare, almeno nell’immediato, tutte le richieste arrivate.

“Le risorse non sono disponibili a coprire tutte le domande – spiega Danilo Riccarand, Dirigente delle Politiche educative – credo che entro fine anno verrà proposto un nuovo riparto delle somme accantonate e non utilizzate o un riaggiustamento della ripartizione ma, purtroppo, visti i tempi, non siamo sicuri che si potranno trovare i soldi per tutti”.

Vediamo quindi chi rimarrà a bocca asciutta. Per l’anno accademico 2011/2012 sono state presentate e ritenute idonee 73 domande di assegno di studio per studenti iscritti al primo anno di corsi di laurea magistrale o specialistica fuori dalla regione, di queste però vi sono i soldi per pagare solo 51 richieste per un totale di 105 mila euro. Ventidue studenti, quindi, dovranno fare a meno, per il momento, della borsa di studio. Sempre i ragazzi frequentanti il primo anno dei corsi di laurea magistrale o specialistica hanno presentato 53 domande per il contributo alloggio, di cui ne verranno pagate 37 per un totale di 91 mila euro. I 16 esclusi sono, in parte, gli stessi, rimasti senza borsa di studio. Facciamo quindi due conti: 2000 euro circa è l’importo medio dell’assegno di studio e 2400 euro il contributo alloggio, per un totale di 4400 euro. Non proprio bruscolini per le famiglie che si trovano a mantenere i propri figli negli studi.

Situazione leggermente migliore per gli iscritti al primo anno di corsi di laurea triennale, fuori dalla Regione. In questo caso le domande sono state 149 ma i soldi bastano per 138 studenti per un totale di 260 mila euro circa, un solo studente invece rimane escluso per il contributo alloggio (130 domande con soldi per 129 per un totale di 291mila euro).

Se questa è la situazione di quest’anno, cosa succederà nel 2013? “E’ probabile – sottolinea Riccarand – che se si vuole dare i contributi a tutti bisognerà rideterminarli ma potrebbero poi non essere più cosi significativi”.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte