Week end con il botto per il “ponte di Sant’Ambrogio”. Ma la neve è ancora poca

Le stazioni sciistiche più grandi hanno registrato il pienone. E stanno entrando in funzione nuovi impianti e Fournier assicura che per le vacanze di Natale tutto sarà pronto.
Economia

La neve non permette ancora un funzionamento a pieno regime degli impianti di risalita, ma l'innevamento artificiale, con la complicità di temperature più rigide rispetto agli scorsi giorni, è riuscito a fare il miracolo.

Le stazioni sciistiche più grandi hanno registrato il pienone, come vuole il più classico dei copioni per il "ponte di Sant'Ambrogio".

A Courmayeur, da sabato 5 dicembre a martedì 8 sugli impianti ci sono stati 14.097 passaggi. Sono entrati in funzione 8 impianti ed 8 piste nella zona alta del
comprensorio sciistico salendo da Courmayeur e Dolonne ed il prezzo del
giornaliero a tariffa ridotta ha riscontrato un buon successo. Bene anche le altre località: 13mila presenze a Pila, quasi 9mila a La Thuile. Nel comprensorio del Monterosa ski le presenze sui quattro giorni sono state 22.600 fra Champoluc e Gressoney, con un picco di 8.000 nella giornata di domenica.

"Durante il ponte dell'Immacolata – dichiara Silvana Perucca, presidente dell'associazione degli albergatori –  i turisti arrivano anche a prescindere dall'innevamento. Nelle strutture alberghiere la gente c'è stata, con ottime percentuali di occupazione delle camere e con alcuni casi di tutto esaurito. Per Natale e Capodanno  le previsioni sono buone, anche il problema è sempre lo stesso: tentare di allungare il periodo di vacanza oltre i due o tre giorni della festivit".

"Per ora è difficile fare un quadro completo delle sulle festività appena trascorse – dichiara Ferruccio Fournier, presidente dell'associazione valdostana impianti a fune – ma sicuramente le giornate scorse non sono state ottimali per gli sciatori a causa del forte vento e di un innevamento ancora non ottimale. Per ora, la sensazione è che l'attenzione sia costante da parte degli sciatori". Stanno entrando in funzione nuovi impianti e Fournier assicura che per le vacanze di Natale tutto sarà pronto.

Ad Ayas – Champoluc entrerà in esercizio la funicolare "Frachey – Alpe Cercerio". Il nuovo impianto sostituirà la vecchia seggiovia biposto, con vetture da 110 posti e avrà una portata oraria di 1.500 persone/ora.

La Cervino spa realizzerà una nuova seggiovia ad ammorsamento automatico, con seggiole a sei posti con cupolino antivento. L'impianto costruito su un nuovo tracciato "Plan Torrette – Pancheron", avrà una portata oraria di 3.000 persone/ora, e
sostituirà le seggiovie "Plan-Torrette"e "Plan Torrete-Alpe Giomen".

Lo skilift del Collet a Torgnon sarà sostituito con una seggiovia quadriposto da 2400 persone all'ora. Novità anche a Pila dove è stato potenziato l'innevamento artificiale e dove sarà aumentata la velocità della seggiovia del Couis 1. Nuove postazioni di produzione neve anche a La Thuile e Valtournenche.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte