Berlusconi-Fini alla resa dei conti. Bossi: ‘Ognuno per la sua strada’

Rinviato l'incontro tra il premier e i senatori del Pdl
News Nazionali

Roma, 28 lug. (Adnkronos/Ign) – Acque sempre agitate nel Pdl. Si parla con insistenza di un Ufficio di presidenza per uscire dall'impasse dopo le ultime tensioni tra i cofondatori del partito Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, ma allo stato non c'è ancora nessuna convocazione ufficiale. Secondo l'analisi pressoché unanime che emerge dai quotidiani di oggi il Cavaliere sarebbe pronto al redde rationem.

"Berlusconi e Fini? Ognuno andrà per la sua strada" è l'opinione del leader della Lega, Umberto Bossi, che risponde così ai cronisti in Transatlantico in merito alle polemiche interne al partito. "Ma – ha aggiunge – questo non significa andare ad elezioni anticipate".

"Spero che non si vada a elezioni – dice il Senatur – Anzi, ne sono sicuro. Le regioni sono senza soldi e se non facciamo il federalismo mi ammazzano". "Il federalismo – aggiunge poi – è la migliore garanzia che non si andrà alle elezioni". Bossi ribadisce di essere pronto a tutto per ottenerlo. Anche ad allearsi con il diavolo? "Spero non sia necessario" replica.

Ignazio La Russa, ministro della Difesa e coordinatore nazionale del Pdl, non esclude un Ufficio di presidenza entro la settimana e assicura che saranno tentate tutte le strade per trovare una soluzione e sciogliere tutti i nodi sul tavolo. ''Se c'è una via, la troveremo'', dice all'Adnkronos La Russa rispondendo alla domanda su come si può uscire dallo stallo attuale con un chiarimento tra il Cavaliere e il presidente della Camera.

''In questo momento ci sono tutte le possibilità: è una questione politica seria, il nostro elettorato non sopporta una lunga conflittualità'' risponde ai gornalisti il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, sulla possibilità di una ricucitura o di una rottura definitiva tra il premier e la terza carica dello Stato.

''In questo momento, per senso di responsabilità di tutti, c'è l'impegno prioritario per l'approvazione della manovra, spero entro giovedì. Poi – aggiunge Cicchitto – ci sarà un confronto e discuteremo: è evidente che non si può proseguire con lo stillicidio permanente che indebolisce tutti''.

E' stata intanto rinviata la riunione prevista per questa sera a palazzo Madama tra Silvio Berlusconi e i senatori del Pdl. L'incontro, riferiscono fonti parlamentari della maggioranza, dovrebbe tenersi lunedì prossimo.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte